SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nel 2007 il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Ascoli aumenterà del 25% l’impiego del personale adibito al contrasto dell’economia sommersa, dell’immigrazione clandestina e delle frodi fiscali. Verrà così seguito il decreto legge 203 del 30 settembre 2005.
Il nuovo anno vedrà anche un potenziamento delle attività di tutela delle entrate e delle uscite dei bilanci pubblici, dell’Unione Europea, dello Stato, delle Regioni e degli altri enti locali. Nel corso del tradizionale incontro di fine anno, il colonnello Giuseppe Montanaro ha anche posto l’accento sulla crescente azione di vigilanza sul corretto impiego delle risorse pubbliche, con riferimento al meccanismo degli appalti, alla spesa sanitaria e agli incentivi previsti per la promozione dell’imprenditoria, a carico delle risorse nazionali o dell’Unione Europea. E’ stato rimarcato il ruolo primario degli organi di informazione nella “comunicazione istituzionale” ed è stato elogiato l’impegno profuso dal Corpo per la quotidiana opera di prevenzione dimostrata dagli interventi ordinari svolti dal servizio di pubblica utilità “117”.
Il colonnello Montanaro ha poi presentato il consuntivo annuale delle attività svolte a partire dai piani provinciali in materia di pirateria informatica e sicurezza dei prodotti che hanno determinato, tra l’altro, il sequestro di 50 computer, migliaia di file e 200 software illecitamente duplicati per un valore commerciale di oltre 200mila euro, 8.500 prodotti, l’arresto di una persona e la denuncia di 24 persone. Il trend emerso è stato definito positivo.
Chi volesse approfondire troverà l’elenco e i dati delle principali operazioni del 2006 fra i documenti allegati a questo articolo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.436 volte, 1 oggi)