SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Natale al borgo 2006 ha avuto come tema di fondo il mare e la cultura marinara. Come ogni anno le quindici scene hanno spaziato fra i vari registri del teatro e della vita, dal comico al drammatico.
«La riscoperta delle radici e della cultura è qualcosa di cui la gente ha bisogno – spiega la coordinatrice Patrizia Logiaccosorprende che siano soprattutto i giovani a voler ricercare la propria identità storica».

Il regista Alfredo Amabili ha ringraziato l’amministrazione comunale per aver messo a disposizione l’ex scuola Castello per svolgere le prove: «Ci ha permesso di provare meglio la mimica, la gestualità e il movimento».

L’assessore alla Cultura Margherita Sorge ha parlato di una “pietra miliare della città”. «Natale al Borgo non è solo un momento di intrattenimento, ma rappresenta una tappa della ricostruzione culturale della nostra comunità. Come assessore è mio dovere offrire la collaborazione del Comune verso tutte le associazioni che collaborano. Il prossimo anno auspicherei una maggiore promozione nelle scuole elementari e medie».

Per gli spettatori è stato stampato uno speciale calendario del 2007 a forma di Torrione, che contiene il testo della storica canzone “Nuttate de lune”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.164 volte, 1 oggi)