SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il presidente del comitato di indirizzo per la gestione della Riserva Naturale della Sentina, Pietro D’Angelo, ha denunciato alla Procura della Repubblica di Ascoli alcuni abusi edilizi presenti all’interno della riserva.

Un esposto era stato già trasmesso il 14 dicembre 2005, riguardante le stesse contestazioni. Secondo D’Angelo, «la quasi totalità degli abusi edilizi eseguiti in località Sentina di Porto D’Ascoli del Comune di San Benedetto del Tronto, precisamente al foglio n. 34, particelle 22 e 37 del “Nuovo Catasto Terreni” del Comune di San Benedetto del Tronto, su proprietà del Comune di Ascoli Piceno, sono stati realizzati negli anni compresi tra il 2004 e il 2006».

Affermazione, questa sulla datazione delle irregolarità, resa possibile da alcune foto aeree della zona, le quali dimostrerebbero il deturpamento dell’ambiente naturale di parte della Riserva Naturale Regionale Sentina. D’Angelo chiede quindi che la Procura disponga un intervento tempestivo, al fine di ripristinare lo stato dei luoghi

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 606 volte, 1 oggi)