GROTTAMMARE – Amedeo Pignotti è il nuovo delegato dell’Interregionale alla FIGC. Il patron del Grottammare è stato eletto lunedì 18 dicembre, nel corso dell’assemblea che le 162 società di serie D hanno svolto nella Capitale. Alla presenza del presidente della serie D William Punghellini e, soprattutto, davanti a una platea composta da alte cariche della Federcalcio, dell’Aia e dalla politica italiana, compreso quel Francesco Saverio Borrelli (Capo Ufficio Indagini della F.I.G.C.), a cui è stata affidata la conduzione dell’Assemblea, Pignotti è stato preferito ad altri quattro candidati.
105 su 132 i voti a favore del numero uno del sodalizio biancazzurro, che si è fatto poi promotore di una mozione approvata all’unanimità, in base alla quale da gennaio i club di Interregionale sciopereranno uniti contro il nuovo statuto federale.
«C’è assoluto bisogno di una riforma del calcio – ha sentenziato Pignotti – Ma non di ritocchi, semmai di una vera e propria rivoluzione strutturale. Un’altra cosa: non capisco perchè dopo tutto quello che è successo in estate si debba per forza generalizzare, compevolizzando tutto e tutti. La serie D mi è sembrata uscire pulita dagli scandali estivi».
L’Interregionale, che peraltro chiede più promozioni in serie C ritenendo che nove “card’ certe siano insufficienti per 162 squadre in lizza nei nove gironi e vorrebbero che il numero lievitasse almeno di altre tre promozioni (due legate ai play off e una alla Coppa Italia), ha già fatto sapere che il 14 gennaio ritarderà l’inizio delle 81 partite in programma di 15 minuti. I giocatori indosseranno delle maglia riportanti lo slogan “A difesa dell’Interregionale”. «Qualora non venissimo ascoltati – ha aggiunto Pignotti – siamo pronti, la giornata successiva (21 gennaio, ndr), a bloccare tutte le partite. Compatti saremo poi, il 22, a Roma per l’Assemblea Federale».
LA CENA ALLA VEDETTA Ieri sera, martedì, il Grottammare ha dato appuntamento a dirigenti, staff tecnico e giornalisti al Ristorante La Vedetta. Tra un bicchiere di vino e l’ottima cucina del locale di Egeo Cameli, i presenti ne hanno approfittato per scambiarsi gli auguri per le festività natalizie. Il patron Pignotti non ha potuto esimersi da qualche domanda in merito al mercato. Su tutte: Roberto Maffucci svincolato, perchè?
«E’ stata una decisione della società e dello staff tecnico. Abbiamo constatato come il giocatore non sia riuscito a integrarsi col gruppo. Anche se con rammarico abbiamo optato per la soluzione svincolo. Se torneremo sul mercato? Alla vigilia di una partita importante come quella di sabato col Tolentino non è il caso di fare certi discorsi. Siamo in un buon momento e non possiamo permetterci di minare gli equilibri dello spogliatoio. Prenderemo qualcuno solo nel caso in cui si presenti solo una grossa occasione».
A lato, sulla destra, alcune foto scattate nel corso della serata alla Vedetta.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 620 volte, 1 oggi)