SAN BENEDETTTO DEL TRONTO – «Tenere il traffico automobilistico lontano dal centro è l’unica strategia percorribile per combattere l’inquinamento e lo smog». Giovanni Gaspari propone il decentramento degli uffici pubblici a partire dalle case di cura Villa Anna e Stella Maris e dal poliambulatorio di via Romagna, del quale la Asur sta già programmando la vendita.
«Sono strutture sorte decenni fa in zone che allora erano periferiche e che oggi sono il centro della vita cittadina».
Per quanto riguarda le soluzioni infrastrutturali, il sindaco annuncia che il presidente della Provincia di Ascoli Massimo Rossi ha fatto richiesta di un finanziamento di 15 milioni di euro, reperibili tramite il canale dei Fondi Comunitari Strutturali 2006-2013. L’obiettivo è la conclusione della bretella, per cui uno studio privato ha fatto pervenire al Comune un progetto preliminare contenente una ipotesi di circonvallazione. Continueranno comunque i contatti con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e con il dirigente Gaetano Fontana, incontrato da Gaspari già nello scorso mese di novembre. In questo incontro il sindaco ricevette la conferma del fatto che il progetto non è mai stato fra le priorità ministeriali né in questa legislatura né nella precedente.
Per Giovanni Gaspari da gennaio 2007 la lotta alle polveri sottili ripartirà dal punto fermo degli autobus gratuiti nei giorni di mercato, coadiuvata il martedì mattina dalla chiusura del traffico in centro per le vetture dei non residenti. Parcheggi a pagamento più costosi, realizzazione di parcheggi silos per risparmiare spazio in superficie, una pianificazione urbanistica direttamente legata al Piano Urbano del Traffico redatto dal professor Canestrari, attorno a cui sorgerà l’Ufficio per il Traffico coadiuvato da stagisti neolaureati dell’università Politecnica delle Marche. La soluzione al problema traffico, dunque, passerà per un mix di soluzioni strutturali e di interventi tampone di natura più contingente.

La rotatoria fra via Manara e la SS16 è improponibile secondo Canestrari, che sostiene che con l’attuale flusso di auto questa opera rappresenterebbe un imbuto che peggiorerebbe il caos veicolare.
«Sono felice della proficua collaborazione dei commercianti del centro» ha spiegato Gaspari, annunciando una possibile novità. «Stanno valutando l’ipotesi di un pacchetto di abbonamenti da offrire ai propri clienti, che dopo gli acquisti possono ricevere ticket per i parcheggi del centro mediante rimborso». La cosa degna di nota, sottolinea il sindaco, è che nonostante i recenti provvedimenti a rischio di impopolarità (la Ztl in centro) la categoria dei commercianti si sta ponendo nella giusta ottica di collaborazione per risolvere un problema esiziale per tutta la città.
«Abbiamo valutato bene l’esperimento delle bancarelle natalizie in via Secondo Moretti, potrà funzionare l’idea di proseguire l’isola pedonale anche verso via Venti Settembre».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 439 volte, 1 oggi)