SPINETOLI – L’Avis fa centro. Dopo due anni di attese, impegno e dedizione, i volontari della sezione di Spinetoli-Pagliare raggiungono l’obiettivo di aprire un punto di prelievo a Pagliare del Tronto, in Piazza Marini 1. Da domenica 17 dicembre l’attuale sede dell’Avis ospita anche un centro di raccolta per il sangue.
Grazie alla nuova struttura sarà possibile donare ogni primo e terzo venerdì del mese, dalle 16 alle 20, purché “a distanza di 3 ore da un pasto leggero”, come hanno assicurato durante l’inaugurazione le dottoresse Gilda Nardi e Maria Antonietta Lupi, rispettivamente coordinatore sovrazonale provinciale di Medicina Trasfusionale e direttore dell’Unità Operativa di Medicina Trasfusionale di San Benedetto. Entrambe pronte ad interagire e supportare il nuovo centro di prelievi che opererà con orari differenti rispetto agli ospedali di Ascoli e San Benedetto.
Alle 9 e 45 il sindaco di Spinetoli, Angelo Canala, insieme al presidente della sezione, Carlo Giuseppe Oddi, hanno tagliato il nastro rosso e sancito ufficialmente l’apertura del punto di prelievo, benedetto da Don Basilio Marchei. Le tante autorità intervenute hanno salutato i presenti ed elogiato l’iniziativa dal sapore solidale che arricchisce la Vallata del Tronto. Un progetto ambizioso, nato dalla costanza e dalla volontà del referente, Ubaldo Sabbatini, del presidente Oddi ma anche di sponsor e volontari come il Gruppo Podistico dell’Avis di Spientoli-Pagliare, il Conad Adriatico di Monsampolo, le ditte OM4 e G&C di Pagliare, la locale Croce Verde, la Banda di Spinetoli, la Pirotecnica Santa Chiara ed il Mercatone Uno di Colonnella.
Commossi e quasi impacciati sono apparsi Sabbatini e Oddi. Il presidente ha parlato di “un sogno che si realizza” mentre il suo vice ha chiesto un applauso per tutti i volontari che si sono adoperati per la nascita del centro di prelievo. Tra le autorità intervenute anche l’assessore provinciale Licia Canigola, il vicepresidente del Consiglio provinciale Cinzia Peroni, il sindaco di Monsampolo, Remo Schiavi, quello di Castorano Franco Pezza, il primo cittadino collese Massimiliano Giacobetti e il sindaco di Controguerra Mauro Scarpantonio. Un saluto speciale è arrivato dalla presidente dell’Avis provinciale Rosanna Teodori Travaglia, dall’ex responsabile zonale Asur 13 Dino Lauretani, dal dottor Mario Piani responsabile del dipartimento regionale di medicina trasfusionale, dal presidente dell’Avis Marche Angelo Sciapichetti e dal dirigente del Conad Adriatico nonché donatore Lino Fioravanti. Due donazioni hanno inaugurato la struttura. I “pionieri” del centro di prelievo di Pagliare sono stati Serafina Candellori e Roberto Palma. Da segnalare che gli scout di Pagliare hanno consegnato, temporaneamente, all’Avis la “fiaccola della pace” accesa a Betlemme e destinata a fare il giro del mondo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 935 volte, 1 oggi)