SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Grande appuntamento musicale martedì 19 dicembre con il concerto “Da questa parte del mare”del cantautore Gianmaria Testa che si svolgerà al Teatro Calabresi.

È il primo spettacolo della rassegna “Mare Aperto festival di musiche & teatri & letterature d’inverno“, organizzata dal Comune di San benedetto – Assessorato alla Cultura, dal Consorzio di Promozione Turistica Riviera delle Palme, dal Bitches Brew Jazz Club e  dall’Amat, in collaborazione con Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno.

Il cantautore che si esibirà martedì 19 dicembre è particolarmente legato alla Marche, poiché venne premiato anni fa ad una edizione del premio Recanati: per questo concerto presenta una formazione particolare, composta da Nicola Negrini  al contrabbasso, Piero Ponzo ai fiati e Claudio Dadone alla chitarra ritmica.

Molto conosciuto all’estero, specie in Francia, Gianmaria Testa porta in tournée il suo nuovo album, che giunge dopo tre anni da Altre Latitudini. Si tratta di un disco importante, incentrato su di un solo argomento, molto attuale di questi tempi: una riflessione sulle migrazioni moderne. La migrazione, e tutte le sue implicazioni, comprende sempre  la sofferenza della partenza ed  il senso di sradicamento, che è presente da qualsiasi luogo si parta. Le 11 nuove canzoni di  Da questa parte del mare saranno arricchite da altre del passato repertorio, scelte dall’autore per le connessioni dei temi con il nuovo disco.

Lo stile è quello solito del  cantautore, raffinato e profondo con testi che somigliano a poesie e che descrivono solitudini ed  incontri, evocando immagini della natura. Mentre le sue musiche  suggestive  spaziano dal jazz al tango, alla bossanova, al valzer.

Questo suo ultimo lavoro, come una lunga ballata, riflette l’interminabile e drammatico viaggio verso l’ignoto, con i tanti morti in mare, di cui sappiamo. Poi, alla fine del percorso, la meta idealizzata diventa la brutale realtà quotidiana con tutti i suoi problemi. Un brano, Ritals, racconta anche di quando gli emigranti eravamo noi, una riflessione che dovremmo fare sempre e che è stata trattata  ampiamente dal giornalista Gian Antonio Stella nel suo libro “L’Orda”.

Ingresso 15 euro. Abbonati Stagione Prosa e soci Bitches Brew 10 euro. Inizio spettacolo ore 21.15.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 444 volte, 1 oggi)