SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La Cuprense, archiviato il successo di sette giorni fa con la Vis Macerata, intende bissare il risultato contro il Potenza Picena. I gialloblu sono a quattro lunghezze dalla zona play off nonostante il decimo posto, a dimostrazione di una classifica molto corta. Senza i gemelli Splendiani, fermati dal Giudice Sportivo, toccherà a Lucidi prendere le redini dell’attacco.
La Ripa ha l’obbligo di riconfermarsi dal momento che condivide la terza poltrona con Acquaviva e Acquasanta. Tutt’altro che semplice il match contro l’Offida di mister Deogratias, in serie positiva da ben nove turni. Gli amaranto dovranno tener d’occhio non solo la coppia Francucci-Filipponi ma anche e soprattutto Alesiani, spesso regolatore di conti.
Il Porto d’Ascoli andrà in quel di Comunanza. L’unico pensiero della banda di mister Grilli sarà passare in vantaggio cercando di mantenere inviolata la porta difesa da Marco Induti. Compito arduo, ma se i biancocelesti non vorranno veder compromessa la rincorsa ai play off, non possono fallire.
Riscatto per l’Acquaviva. Il brutto capitombolo di sabato scorso con il Montottone deve restare un ricordo. I ragazzi del tecnico Mascitti riceveranno la visita di una Sangiorgese in ripresa. Conservare la quinta posizione è difficile, ma i tifosi aranciocelesti si attendono buone cose da Balletta e compagni.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 358 volte, 1 oggi)