SAN BENEDETTO DEL TRONTO – I meriti o i demeriti degli allenatori sono spesso difficili da valutare anche se alla fine i capri espiatori sono sempre loro. Non so dove potrà arrivare Guido Ugolotti ma mi auguro che arrivi ai vertici del calcio nazionale. Per il semplice motivo che il tecnico rossoblu si differenzia da quasi tutti gli altri per la mancanza di banalità e per la grande chiarezza delle sue parole. Per far capire meglio ecco un esempio illuminante. Ha detto ieri: «Perché, se un calciatore gioca male, un allenatore non può dirlo pubblicamente, se ha giocato male ha giocato male…»
Certe cose devono restare nello spogliatoio? Non è vero perchè in tal caso gli allenatori farebbero bene a star sempre zitti evitando di dire le solite banalità. Poi perché, spesso e volentieri, i giocatori strumentalizzano i giudizi dei giornalisti che così non riescono mai a capire se hanno visto giusto o meno. Con allenatori come Ugolotti questo non accadrà mai. Se arrivasse in serie “A” potrebbe dare una svolta comportamentale della quale, a parer mio, il calcio ha molto bisogno. Continui così mister.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 929 volte, 1 oggi)