SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ultimo sforzo per il Porto d’Ascoli prima delle festività natalizie. Il girone d’andata si chiuderà con l’insidiosa sfida contro il Comunanza. La squadra del patron Amante ha un solo risultato da conquistare: la vittoria.
Mentre la classifica comincia a far capire le formazioni che si contenderanno il titolo finale, per il Porto d’Ascoli è tempo di svegliarsi. Il gioco è buono, ma se poi sono gli altri a portar via il bottino, è fatica sprecata. Tante volte i ragazzi di mister Grilli hanno ricevuto i complimenti dagli avversari, li hanno presi a malincuore dal momento che l’esito finale gli è stato avverso. Anche sabato contro il Petritoli i biancocelesti hanno dimostrato di essere una squadra forte, soltanto che l’1-1 ottenuto ha ridimensionato la convincente prestazione.
A Comunanza occorrerà essere più concreti. Quando il Porto d’Ascoli riesce a passare in vantaggio, l’andamento dell’incontro risulta positivo. Se sono gli avversari a segnare per primi, i biancocelesti hanno difficoltà a ribaltare le sorti del match.
Mister Grilli dovrà rinunciare a Pompei perché squalificato. Non sarà della gara neanche Straccia, operato ieri per la pulizia del menisco. Tornerà in campo non prima di gennaio. In dubbio l’impiego di De Cesare, dopo il risentimento all’adduttore, attacco influenzale. Solo una botta per Schiavi, uscito claudicante a inizio ripresa sabato scorso.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 273 volte, 1 oggi)