SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sin dai primi giorni della legislatura Alleanza Nazionale ha insistito sull’opportunità di un consiglio comunale aperto sul Prg, in modo di stimolare un dibattito pubblico sulla nuova pianificazione urbanistica della città.
Il consigliere di An Pasqualino Piunti e il coordinatore comunale Luigi Cava paventano il rischio di un piano regolatore “fatto in casa” e senza concertazione, «un rischio che deve essere scongiurato da una trattazione della materia fatta con la più ampia partecipazione della cittadinanza, affinché ciascun sambenedettese sia consapevole degli indirizzi che ispireranno lo sviluppo della città in cui vive».
Le perplessità di Cava e Piunti sono state suscitate dal recente incontro avvenuto nella sede dei Ds fra gli esponenti di partito e l’architetto Luigina Zazio, il nuovo supervisore del Prg fortissimamente voluto da Giovanni Gaspari all’inizio del suo mandato di sindaco.

«La discussione nel chiuso di una sede di partito, alla presenza di chi ha ricevuto un incarico dal Comune retribuito con i soldi dei contribuenti, così come nel caso dell’incontro tenutosi presso la Sezione dei DS con l’architetto Zazio, è un fatto che pone dubbi e perplessità sulle reali intenzioni partecipative dell’attuale amministrazione comunale».
Il fatto, già denunciato dal presidente della commissione consiliare Urbanistica Luca Vignoli, pone interrogativi a cui secondo An la giunta dovrà fornire risposte.
«Viene da chiedersi – continuano Piunti e Cava – quali altri incontri para-istituzionali, aventi ad oggetto il Prg, siano stati promossi ed organizzati al di fuori delle sedi istituzionali da sei mesi a questa parte.
Del resto, a fronte di un incontro emerso in superficie, come escludere che possano essercene stati altri che abbiano condizionato le scelte da adottare?».
Ritrovarsi con un Prg deciso in “camera caritatis”, dunque, è considerato un rischio da An, secondo cui senza il confronto democratico ci si allontanerebbe dal perseguimento di uno sviluppo ordinato.

«»«»«»«»

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 345 volte, 1 oggi)