SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sulla necessità di ridurre l’asfissiante traffico cittadino sono tutti d’accordo, ma sulle modalità e sulle tattiche di questa lotta si comincia a discutere animosamente. La chiusura durante tutti i martedì del quadrilatero da via Gino Moretti a via Manzoni non trova d’accordo il presidente del comitato di quartiere Sant’Antonio, che attacca con parole aspre l’amministrazione comunale: «L’assessore alla viabilità Settimio Capriotti non ha pensato di convocare i comitati di quartiere prima dell’adozione di questa misura – accusa Antonio Alfonsi – è un fatto che io ritengo grave, perché non si può pensare alla partecipazione civica senza poi coinvolgere i residenti in una decisione che senz’altro causerà disagi».
Proprio dalle riunioni nei quartieri per il bilancio partecipato è emerso la preoccupazione unanime di tutta la città per il traffico caotico e l’inquinamento da smog. «A maggior ragione – afferma Alfonsi – bisognava parlarne con i comitati di quartiere prima di imporre le zone a traffico limitato».
Ma almeno serviranno queste iniziative? Per Alfonsi no: «All’inizio si era inteso che il quadrilatero chiuso potesse cominciare da via Asiago, poi invece si è capito che la chiusura partiva da via Gino Moretti verso nord. Non serve, anzi intaserà maggiormente l’incrocio della statale adriatica con via Manara e le strade limitrofe, sulle quali si riverserà tutto il traffico del centro».
Anche la chiusura domenicale della ss16 non riscuote i favori del presidente del comitato di quartiere, perché lascia fuori il tratto di statale da via Voltattorni all’ospedale. «Quando capiranno che anche Porto d’Ascoli produce inquinamento e polveri sottili? Sembra che il problema riguardi solo il centro della città».
Una proposta alternativa? «Bisogna prendere in considerazione delle misure più rigide, magari impopolari all’inizio ma a cui la gente dovrà pur abituarsi. Un’ipotesi può essere la chiusura al traffico permanente e integrale di ampie zone cittadine».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 316 volte, 1 oggi)