SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «Facciamo come l’Ancona», ha detto nei giorni scorsi Andrea Esposito. Il difensore della Samb è andato dritto al cuore della questione: la Samb che si appresta a sfidare l’Avellino capolista è chiamata ad eguagliare l’impresa dei dorici, l’unica squadra capace lo scorso 29 ottobre di strappare un pareggio allo stadio Partenio – nelle restanti cinque partite interne gli irpini hanno sempre fatto bottino pieno.

E il punto della formazione di Francesco Monaco è un po’ il simbolo di un campionato equilibrato nel quale può succedere tutto e il contrario di tutto. Del resto la Samb può aggrapparsi solo a questa (ottimistica) considerazione; si andassero a scartabellare i numeri della fantastica stagione di Moretti e compagnia – qualche esempio? Quello biancoverde è il miglior attacco di tutti i campionati professionistici nostrani. Oppure: la compagine di mister Galderisi è in serie “sì” dalla seconda giornata, quando perse al Benelli di Ravenna; ancora: 22 le reti segnate di fronte al pubblico amico, appena 5 quelle subìte – non avrebbe di che sperare. Di più: nel corso della storia i marchigiani non sono mai riusciti a violare l’impianto biancoverde.

Ma siccome i numeri sono fatti per essere smentiti, ecco che i rossoblu in settimana hanno preparato la sfida ai campani convinti di poter dire la loro. Confidiamo si faccia tesoro degli errori commessi nel recente passato. Uno su tutti: il solito avvio di gara timoroso. Vorrebbe dire farsi letteralmente “sbranare” dalla capolista, decisa più che mai a continuare la corsa verso la vetta solitaria della graduatoria.

L’UNDICI ANTI-AVELLINO Stavolta non crediamo ci saranno sorprese rispetto alle indicazioni emerse in settimana. Mister Ugolotti al Partenio darà spazio a un undici molto simile a quello visto all’opera nel corso dell’ultimo viaggio lontano dalle mura amiche dei rossoblu, a Castellammare di Stabia, con Carlini a supporto di Morante. Una novità sulla mediana: tornerà titolare Della Rocca, sulla corsia sinistra, mentre sul lato opposto sarà confermato l’ex di turno, Fabio Visone. In  mezzo ancora semaforo verde per la coppia Fanelli-Loviso. Per quel che riguardo il pacchetto arretrato infine, sulle fasce agiranno Varriale e Tinazzi; al centro spazio a Esposito e Landaida.

CAPUANO Pollice verso per l’ex difensore del Modica, classe ’79, che stamani, dopo la consueta seduta di rifinitura che la Samb ha sostenuto al Riviera delle Palme, ha lasciato le Marche. La dirigenza, nel comunicare la decisione a Capuano, si sarebbe giustificata dicendo che si sta cercando un giocatore più giovane.

Intanto la squadra nel primo pomeriggio è partita per il ritiro irpino. Sul pullman rossoblu non sono saliti Forò, Perugini e Tulli, oltre naturalmente allo squalificato Diagouraga

TIFOSI Saranno 147 i tifosi della Samb al seguito della formazione di mister Ugolotti in Campania; tanti quanti i biglietti staccati in prevendita nelle Marche.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 483 volte, 1 oggi)