FOLIGNANO – Manifesto dell’opposizione di Alleanza nazionale contro l’amministrazione comunale di Folignano guidata dal sindaco Pasquale Allevi. Motivo del contendere: la nuova sala consiliare adiacente al Municipio, realizzata invece della costruzione di una scuola. Tra gli amministratori comunali “accusati” dagli esponenti di An, c’è anche l’assessore Argeo Iachini, nuovo segretario della Democrazia Cristiana per le Autonomie.
«Innanzi tutto – replica Iachini, cogliendo appieno l’occasione offertagli dai Consiglieri di An per evidenziare le stranezze e le incongruenze del manifesto – ribadisco il mio accordo alla realizzazione della sala consiliare adiacente al Municipio, riqualificando la struttura in cemento armato, chiedo ai consiglieri di An perché al momento della sottoscrizione del programma elettorale, che prevedeva la realizzazione di questa opera non hanno sollevato alcuna obiezione».
«Perché poi nell’informare la cittadinanza hanno omesso di dire come anche la scuola rientra nel piano delle opere? Forse questi consiglieri non sanno che volontà precisa di questa Amministrazione è di realizzare un edificio scolastico adeguato, già previsto nel piano triennale delle Opere Pubbliche in un’area peraltro già identificata dal nuovo Prg. Un Prg, che i consiglieri di An conoscono molto bene, perché dopo averlo votato più volte ne hanno disertato l’approvazione finale, ritardando di circa un anno l’attuazione di uno strumento essenziale».
«Sinceramente – ha proseguito Iachini della Nuova Dc di Gianfranco Rotondi – mi sfugge come i vertici provinciali e regionali di An, rappresentati dall’avvocato Guido Castelli e dall’onorevole Carlo Ciccioli, ancora permettano a questi consiglieri comunali di condurre una loro personale battaglia contro un’Amministrazione, espressione della Casa della Libertà, arrivando ad usare il simbolo del Partito in un manifesto, che null’altro rappresenta che un attacco puramente strumentale. Un attacco, se si vuole, anche sconsiderato dal punto di vista politico».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 535 volte, 1 oggi)