CUPRA MARITTIMA – Pareva avesse ritrovato lo smalto di inizio campionato dopo la vittoria con il Trodica, invece la Cuprense delude ancora. Non certo per la prestazione, ma per il risultato che non rende onore al gioco espresso.
Mister Fermanelli ci aveva confidato, nei giorni scorsi, la poca efficacia dei suoi attaccanti sotto porta. Un problema risolto, apparentemente, che si è ripresentato nella sfida di sabato con l’Atletico Piceno. I gialloblu si sono messi subito in evidenza creando diverse occasioni, ma alla fine è stata la compagine di Amadio a portarsi in vantaggio e conquistare l’intero bottino.
Prima di chiudere l’anno, la Cuprense incontrerà la Vis Macerata, il Potenza Picena in trasferta e la Vigor Pollenza ai “Fratelli Veccia”. Tre gare difficili: la prima e l’ultima formazione navigano nelle zone alte della classifica, mentre il Potenza Picena staziona a un passo dalla zona play out.
Un dicembre insomma particolarmente delicato. I sei punti che separano i gialloblu dalla quinta posizione non sarebbero poi così irraggiungibili se ci fosse più concretezza nelle aree avversarie. Sabato, intanto, è importante battere la Vis Macerata, compagine che ha racimolato ben sette punti negli ultimi tre incontri. Non ci sarà Umberto Splendiani, squalificato dal Giudice Sportivo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 339 volte, 1 oggi)