SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dopo tanto aspettare (leggi i ritiri di Taranto e Milazzo), la formazione di hockey in line della Pattinatori Sambenedettesi ha fatto il suo esordio stagionale, nel corso della semifinale di andata della Coppa di Lega di serie A2. Esordio subito vittorioso, con i ragazzi di coach James Paxton che hanno piegato la resistenza del Civitavecchia. 3-2 il risultato finale. Ai rossoblu il compito di capitalizzare il gol di vantaggio acquisito nel retour match in programma domenica prossima in casa della formazione di coach Carlo Peris.
Tornando alla sfida disputata alla Panfili, la Pattinatori Sambenedettesi ha fatto vedere buone cose nall’arco dei 40 minuti di gioco, facendo circolare bene il disco e palesando un’ottima concretezza sotto porta. I padroni di casa, che hanno contribuito a dare vita a una gara molto vivace e combattuta, hanno sì tirato di più, ma senza costrutto. Il match si apriva col gol di Federico Bovara, tornato quest’anno a vestire il rossoblu dopo un anno di stop. Dopo dieci minuti di netto predominio ospite Civitavecchia perviene al pareggio. Ancora San Benedetto avanti con Luca Tiburtini. Il tris è stato firmato da Marco Capecchietti. Sul finire il secondo gol laziale, che contribuisce certamente a rendere la gara di ritorno più avvincente.
James Paxton, coach rossoblu, dopo il 40° ha commentato: «Ci sono stati dei segnali positivi, non lo posso negare, anche se è evidente che dobbiamo lavorare ancora molto per farci trovare pronti per la nuova avventura in A2, categoria tosta. Per esempio tiriamo troppo poco in avanti e cadiamo in alcune amnesie difensive che, contro Civitavecchia ci sono costate i due gol. Dovremmo anche cercare di velocizzare il gioco. A ogni modo un buon test in vista del campionato. Ci teniamo a raggiungere la finale».
Nell’altra semifinale della Coppa di Lega l’Asiago è andato a vincere sul campo del Modena 6-5.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 506 volte, 1 oggi)