PicenAmbiente. Credo proprio che un giorno (adesso è ancora presto, nessuno è profeta in patria) i nostri concittadini ci ringrazieranno per il tempo che tutta la redazione sta dedicando a problemi che, senza di noi, resterebbero nel totale silenzio. Vedasi la questione dei crediti avanzati dalla Picenambiente nei confronti del Comune di San Benedetto che rischiava di finire nel dimenticatoio, impedendo così una lettura trasparente della vicenda. Comunicazione che è stata fatta anche alle pagine locali di altre testate ma non se ne vede ancora traccia.
Whiff Club. Il sindaco Gaspari e l’ex vice sindaco Piunti non hanno alcuna intenzione di mettere la parola fine sulla vicenda dei 60 mila euro concessi all’Associazione Whiff Club. Non glielo chiediamo solo noi di motivare l’ingente spesa ma gran parte dei cittadini sambenedettesi. I quali, non sono molto soddisfatti ma stupiti sì per il loro assordante silenzio. Non meno colpevole di un’altra stampa (gli editori sono di Roma, Bologna e Ancona) il cui silenzio può essere però motivato dal fatto che, a loro, dei cittadini sambenedettesi e dei loro soldi interessa poco o nulla.
Rilancio con una domanda alla città: perchè Gaspari e Piunti restano muti come pesci di fronte ad insinuazioni così “chiare” (inciucio ecc.)? «Perchè è soltanto il vostro giornale a chiedere spiegazioni», mi ha “spiegato” un amico. Mi pare troppo poco o comunque non sufficiente per attenuare le responsabilità di chi ha doveri ben precisi verso i propri elettori. A noi, a questo punto, basterebbe che un cittadino qualsiasi (il Primo proprio non vuole farlo) ci desse almeno una, dico una, spiegazione esauriente e il caso Whiff Club verrebbe immediatamente archiviato. Per buona pace di tutti.
Felicetti (Pri). In materia di contributi pubblici potrebbe, anzi dovrebbe saperne di più, oltre a Gaspari e Piunti, anche l’ex sindaco Martinelli che ora è però fuori dei giochi che ha lasciati in mano ad Antonio Felicetti. Guarda caso, secondo consigliere comunale (dopo Lorenzetti) ad esprimere chiaramente il suo parere sull’inchiesta che stiamo conducendo, fornendoci anche l’indicazione di una Legge (Dpr 7 aprile 2000 n. 118, leggetevela) nella quale ci sono cose interessanti sulla gestione dei contributi pubblici, con particolari riferimenti alla trasparenza che deve essere totale. Tutto deve essere affidato ai fatti scritti e ai documenti. «La destra aveva promesso una certa cifra… e noi gliel’abbiamo data», una frase del sindaco che la suddetta Legge boccia clamorosamente.
Samb
. Mentre la squadra continua a fare sempre più affidamento sembra che qualche crepa stia movimentando i rapporti tra i due massimi “funzionari” (Molinari e Pavone) e responsabili del settore giovanile. Dichiarazioni contrastanti del Ds Pavone e il presidente Tormenti che andavano immediatamente chiarite. E noi lo abbiamo fatto. Guai a rovinare il lavoro di Ugolotti e dei suoi ragazzi con contrasti che potrebbero nascondere solo interessi personali.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 573 volte, 1 oggi)