SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «Un’esperienza bellissima, porterò sempre con me l’affetto di una città eccezionale che mi ha lanciato nel calcio che conta. Ho ancora vivo il ricordo dei fantastici tifosi rossoblu che ci hanno seguito sempre, nei momenti belli e soprattutto nei momenti difficili, sostenendoci oltre il 90°».
Davide Ballardini è tornato a San Benedetto. Stavolta però non nelle vesti di allenatore. Con tuta, cuffia e occhialini d’ordinanza ce lo ricordiamo ancora in quella folle corsa sotto il settore ospiti dello stadio Euganeo di Padova, dove i suoi “ragazzini terribili”, era il 15 maggio del 2005, staccarono il biglietto per gli insperati, almeno a inizio stagione, play off contro il blasonato e ricchissimo Napoli di Aurelio De Laurentiis.
Nella città delle palme l’ex Pescara ha invece rimesso i piedi nell’inedito ruolo di professore, facendo da relatore alla lezione-dibattito dal titolo Zona e i suoi sviluppi, tenutasi nel pomeriggio all’Auditorium della Biblioteca Comunale e organizzata dal gruppo provinciale dell’Associazione Allenatori Calcio. Accanto a Ballardini l’amico e “secondo” a San Benedetto – ma anche nelle ultime, peraltro non felicissime esperienze di Cagliari e Pescara – Roberto Beni, e il preparatore atletico Stefano Melandri, pure lui in rossoblu nella stagione 2004-2005.
Presenti in sala il Presidente Regionale A.I.A.C. Dott. Mancini, il Dott. Bento, Responsabile Nazionale degli Allenatori e e il Presidente dell’A.I.A. di San Benedetto Nazzareno Gasparrini. A loro mischiati infine qualche decina di allenatori del mondo dilettantistico.
Ballardini ha illustrato per quasi due ore i movimenti e gli accorgimenti tattici effettuati con l’applicazione del modulo a zona, spiegando i metodi suoi e attingendo dalle importanti esperienze maturate a Parma, Milano, sponda rossonera, e Cesena. Dopo aver sviscerato altre tematiche, come quella relativa alla settimana tipo di lavoro, il tecnico ravennate ha passato la parola ai presenti, i quali hanno dato vita a un interessante dibattito, a chiusura della lezione.
A microfoni spenti abbiamo avvicinato Ballardini. L’ex allenatore rossoblu, dopo avere esternato il profondo legame con la città delle palme, ha concluso la breve chiacchierata facendoci i complimenti per il nostro settimanale Riviera Oggi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 3.506 volte, 1 oggi)