Sulla destra clicca sulle icone per ascoltare le dichiarazioni del Ministro Melandri (formato Mp3) e per vedere alcuni momenti dell’inaugurazione (formato Quick Time)

Tutti gli audio e video sono nella sezione Media Center (accessibile dalla Prima Pagina)
GROTTAMMARE – «Conoscete Charlie Brown? Diceva che la felicità è avere in tasca una tessera della biblioteca e la palestra della scuola vicino casa. Oggi posso dire che la felicità è una bellissima palestra».
Parole di esordio del Ministro per le Politiche Giovanili e lo Sport Giovanna Melandri, subito sommerso dagli applausi e dal grandissimo entusiasmo degli studenti, atmosfera che ha contraddistinto l’inaugurazione della palestra dell’Istituto Tecnico per Geometri “Fazzini-Mercantini” di Grottammare.
Il Ministro Melandri si è fatta piacevolmente contagiare dall’allegria giovanile che si respirava nella nuova struttura sportiva, costruita a tempo di record (la consegna era prevista per il 12 dicembre 2006…), e simile ad un piccolo palasport. Un gioiellino che renderà felici non solo gli studenti, ma anche i tanti ragazzi di Grottammare e di San Benedetto che, da queste parti, lamentano una costante carenza di spazi per praticare lo sport.
«Ci siete voi, dietro i grandi campioni» ha ricordato il Ministro, sottolineando come la legge Finanziaria garantisca il sostegno economico per le scuole che permettono l’utilizzo delle proprie strutture (palestre, biblioteche, aule multimediali) e come verrà garantita una detrazione fiscale fino a 210 euro per ogni bambino o ragazzo, dai 5 ai 18 anni, che pratica attività sportiva. Inoltre, per quanto riguarda il calcio («Lo dobbiamo cambiare, basta con Calciopoli») il Ministro ha annunciato l’attesa modifica della negoziazione dei diritti televisivi, che diventeranno collettivi: «Chiederò ai club di destinare una quota per i giovani e i vivai».
Tanti i politici e i rappresentanti delle forze dell’ordine presenti e intervenuti. Se il presidente della Provincia Massimo Rossi ha evidenziato di «essere emozionato come cittadino e come grottammarese per questo risultato: lo sport ci deve insegnare a non sviluppare un atteggiamento trasgressivo e concorrenziale con gli altri, ma a collaborare», il sindaco di Grottammare Luigi Merli ha affermato che «questa nuova palestra si situa in un sistema di nuove opere che cambierà il volto della città. Ma è importante capire la funzione dello sport, che deve insegnare a saper perdere».
Presenti anche molti sindaci del comprensorio (Giovanni Gaspari, Giuseppe Torquati, Bruno Menzietti), oltre che una rappresentanza di Ripatransone (il sindaco Paolo D’Erasmo, l’assessore Remo Bruni), comune che condivide, con il Liceo Mercantini, l’istituto scolastico. Presente anche il sindaco di Ancona Fabio Sturani, il Prefetto Alberto Cifelli, il sottosegretario agli Affari Regionali Pietro Colonnella, il consigliere regionale Sandro Donati, i vertici delle forze dell’ordine e del CONI provinciale e regionale. Protagonista e “cerimoniere” dell’evento, è stato comunque l’assessore all’Istruzione della Provincia, Ubaldo Maroni.
Ma i protagonisti indiscussi sono stati i ragazzi presenti sugli spalti, che hanno contagiato con il loro entusiasmo spontaneo tutti i presenti. Un’ovazione c’è stata anche per il preside Arturo Verna, mentre il giovane Andrea Antoniozzi, in rappresentanza di tutti gli studenti, ha letto un messaggio di ringraziamento.
L’inaugurazione ha avuto anche una simpatica appendice: proprio Maroni ha invitato la Melandri ha cercare di realizzare il primo “canestro” con la palla da basket; il Ministro ha declinato e così Sturani si è esibito in un tiro libero, centrando immediatamente il canestro, tra gli applausi generali.

Da non sottovalutare il rivolto etico della nuova struttura: l’8 per mille del costo complessivo servirà infatti a finanziare una nuova scuola nella regione etiope di Woreda. Per testimoniare questo percorso, era presente la referente per l’Etiopia del progetto coordinato da “Comunità volontari per il mondo“, Yordanos Shifferaw. Per la posa della prima pietra, ha annunciato il presidente Rossi, delegazioni di studenti di tutte le scuole che hanno contribuito con l’8 per mille a realizzare il progetto voleranno in Etiopia per constatare il buon fine dell’operazione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 3.013 volte, 1 oggi)