Atletico Piceno-Cuprense 3-1
ATLETICO PICENO: Scaramucci, De Marco S, Merlonghi, Luciani, Tonelli, Aljevic, Bangura (45′ st Angelini), Zocchi, De Marco C, Nardini, Ottavi (20′ st Ciabattoni, 30′ st Riti ). Allenatore: Amadio.
CUPRENSE: Brusi, Calabrini, Ottaviani (24′ st Silipo), Rossi, Capretti, Cocciaretto, Nasini, Perozzi (38′ st Lepretti), Lucidi, Crescenzi (24′ st Greganti), Splendiani U. Allenatore: Fermanelli.
Arbitro: Bagalini di Fermo.
Reti: 44’pt e 20’st De Marco C, 13’st Perozzi (rig.), 48’st Nardini.
Angoli 7-2 per la Cuprense.
Ammoniti: Tonelli dell’Atletico Piceno. Lucidi, Calabrini, Perozzi, Capretti e Nasini della Cuprense.
Espulso al 17′ st l’allenatore dell’Atletico Piceno Peppe Amadio per proteste e al 47′ st il capitano della Cuprense Umberto Splendiani per proteste.
CASTEL DI LAMA – Sonante sconfitta per la Cuprense, che viene neutralizzata da una micidiale doppietta dell’ex Carlo De Marco. Gli uomini di Fermanelli si rendono autori di una pessima prestazione, specie nella seconda fase di gioco. Nelle fila gialloblu influisce molto l’assenza del portiere Mori.
I rivieraschi nel primo tempo usufruiscono di due nitide palle gol ma la bravura di Scaramucci e la scarsa incisività di Lucidi ed Umberto Splendiani negano il possibile vantaggio ospite. L’Atletico, dal canto suo, riesce ad ottenere la vittoria grazie alla superlativa prestazione dell’ex attaccante cuprense Carlo De Marco, autore di due reti pesantissime.
La gara si apre con un’occasione per gli ospiti. Al primo minuto, un traversone dalla destra di Calabrini serve Lucidi in area, questo ultimo di testa impegna Scaramucci che devia la sfera sul montante. I locali provano a reagire con Nardini che si rende pericoloso in due circostanze. In un primo momento sfiora la traversa con un a conclusione dal limite e successivamente impegna Brusi con una girata in area. Al 44′ ancora Nardini serve con il contagiri Carlo De Marco, il quale con una botta al volo gonfia la rete.
Nella ripresa la Cuprense dopo un minuto tenta di riportare in parità il match. Fraseggio tra Crescenzi e Lucidi, tiro di questo ultimo che viene bloccato senza problemi da Scaramucci. Al 12′ Lucidi viene atterrato in area, l’arbitro assegna il penalty che Perozzi trasforma. Al quarto d’ora un altro ex dell’incontro, prova a riportare in vantaggio l’Atletico. Andrew Bangura con un’insidiosa conclusione impegna Brusi. Cinque minuti dopo Carlo De Marco corona la sua prestazione con un’altra rete da manuale. Al termine di una fuga solitaria, l’attaccante da posizione defilata, infila per la seconda volta Brusi con un preciso diagonale. Nei minuti di recupero i locali riescono a rendere più tonda la vittoria e dunque c’è gioia anche per Nardini che su punizione trafigge Brusi.
Migliore in campo senza dubbio Carlo De Marco, che con la doppietta messa a segno contro la Consegna vola in testa alla classifica dei cannonieri del proprio girone.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 357 volte, 1 oggi)