SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Partita da vincere. E stavolta l’imperativo è di quelli grandi come una casa. La Samb vive la vigilia della sfida casalinga al Martina con in testa un solo comandamento: i tre punti. Per la classifica – il trittico Ancona-Ternana-Manfredonia stazionano due lunghezze sopra ai rossoblu – per il morale e perché tra otto giorni si andrà a rendere visita all’Avellino. Tanto per capirci: i lupi irpini al Partenio hanno lasciato appena 2 dei 18 punti sul piatto. Se non bastasse questo, c’è da spezzare il tabù di un successo che manca al Riviera dallo scorso 22 ottobre, quando a cadere, sotto i colpi di Morante e Carlini, fu il Manfredonia.

Mister Ugolotti, in vista della sfida al vicefanalino di coda del girone B, dovrà fare a meno degli infortunati Zammuto e Michele Santoni, oltre che di Varriale, squalificato, mentre tornerà a disposizione Esposito. Si prospetta una linea difensiva composta da Diagouraga e Tinazzi sugli esterni (il francese agirà sull’out destro, proprio come nel match d’esordio al Riviera, quando il Taranto passò grazie ad un gol di Cammarata), e la coppia Landaida-Esposito al centro. Sulla mediana riconfermato il duo Fanelli-Loviso, che tanto bene ha fatto a Castellammare, mentre pare probabile che sulle corsie esterne sgropperanno Carlini e Visone. Il tecnico rossoblu insomma, in virtù del fatto che la sua squadra sarà costretta a fare la partita, vorrà mettere al fianco di Morante un attaccante di ruolo. E in tal senso si profila un ballottaggio: Fragiello oppure Olivieri. La sensazione è che alla fine la scelta ricadrà sul primo visto che l’ex Fermana anche questa settimana ha giocato con la Nazionale di C e si è allenato a singhiozzo.

LE PAROLE DI MISTER UGOLOTTI «Non sarà una partita da ultima spiaggia». E’ la sintesi dell’allenatore rossoblu davanti ai taccuini dei giornalisti subito dopo la seduta di rifinitura effettuata al Riviera delle Palme.

Ugolotti ad ogni modo ci tiene subito a precisare che «la vittoria sarebbe molto importante perché darebbe una grande iniezione di fiducia alla squadra e permetterebbe di guardare la classifica in un’ottica diversa».

«Dovremo giocare con la testa e aspettare il momento giusto per colpire – ha continuato l’ex Acireale – Temiamo il Martina, è una squadra composta da giocatori esperti che non mollano mai. Sarà un match difficile, bisognerà entrare in campo con lo spirito giusto senza preoccupazioni. Sono convinto che i ragazzi ce la metteranno tutta per conquistare tre punti fondamentali per rimanere attaccati alle altre squadre».

I CONVOCATI Venti i giocatori convocati per la sfida col Martina. Nella lista non compaiono, oltre allo squalificato Varriale e agli infortunati Zammuto e Michele Santoni, Forò e Tulli.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 463 volte, 1 oggi)