RIPATRANSONE – Un weekend all’insegna del buon bere quello del 2 e 3 dicembre. Sabato e domenica, infatti, dalle 10 alle 12,30 e dalle 15 alle 18,30 aprono i battenti le cantine del Piceno per dare il via a “Natale in Cantina”.
Con questa iniziativa, il Movimento Turismo del Vino mette a disposizione degli appassionati la possibilità di vivere l’atmosfera del Natale nei territori del vino e scoprire un modo diverso di augurare il Natale.
Gli enoturisti avranno l’occasione di degustare vini e prodotti aziendali e di scegliere idee regalo. Ma non solo. La vera novità è la collaborazione con le istituzioni locali: in collaborazione con il sistema museale, infatti, è stato creato un connubio tra il mondo dell’arte e quello del vino attraverso il coinvolgimento di giovani studenti di alcuni istituti d’arte che nel corso della manifestazione realizzeranno un’opera artistica.
Ogni tenuta accoglierà uno studente dell’Istituto d’Arte che realizzerà un’opera ispirata al mondo del vino e che sarà poi esposta in occasione di Cantine Aperte.
In collaborazione con l’Istituto d’Arte “E. Mannucci” di Ancona, Jesi e Fabriano e l’Associazione Sistema Museale della Provincia di Ancona, il Movimento Turismo del Vino delle Marche ha infatti avviato un progetto che lega l’arte al vino: ogni cantina ospiterà infatti un “artista in erba” che potrà realizzare un’opera ispirandosi al mondo del vino per esprimere con l’arte i luoghi, le sensazioni, i vini. Le opere saranno poi esposte nelle giornate di Cantine Aperte 2007.
«Il turismo enogastronomico è ormai una realtà consolidata che prende sempre più piede anche nel nostro territorio. Ogni anno sono infatti sempre più numerose le persone che scelgono come meta privilegiata la visita a produttori, artigiani del gusto e ristoranti d’eccellenza, una scelta che fa della scoperta di sapori e tradizioni l’elogio della qualità – ha spiegato Paola Cocci Grifoni della Tenuta omonima – Natale in Cantina rappresenta una sorta di edizione invernale (e natalizia) di Cantine Aperte il cui obiettivo è sia quello di offrire la possibilità di acquistare regali visitando le cantine sia di offrire un input ai “wine lovers” per riscoprire le bellezze artistiche e naturali del territorio piceno».
L’impegno del Movimento Turismo del Vino è infatti basato sulla volontà di valorizzare il territorio, elemento trainante di una fase di sviluppo che, grazie alla qualità dell’accoglienza in cantina sta coinvolgendo numerosi turisti appassionati.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 426 volte, 1 oggi)