SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La Rosa nel Pugno sposa la linea dura del sindaco Gaspari sulle società partecipate. Il segretario comunale del partito manifesta a chiare lettere il proprio appoggio alla fermezza con cui il primo cittadino ha chiesto le dimissioni dei vertici delle aziende di cui il Comune è azionista.

Pubblichiamo l’intervento dell’esponente della Rnp:

La Rosa nel Pugno condivide in toto le posizioni assunte dal sindaco Gaspari in relazione al rinnovo dei vertici delle principali partecipate e si ritrova in totale sintonia con quanto emerso nel corso dell’ultima riunione dei partiti che sostengono l’amministrazione comunale. Riunione in cui con fermezza e con chiarezza è stata ribadita la necessità di procedere all’azzeramento dei vertici delle società partecipate per permettere l’individuazione di un percorso politico amministrativo che porti ad un reale rilancio del ruolo e delle funzioni delle stesse. E’ necessario ristabilire un corretto rispetto dei ruoli così come appare sempre più urgente ristabilire condizioni di chiarezza politica. L’Amministrazione comunale, che ha una maggioranza forte del consenso popolare non può essere rappresentata da esponenti della passata amministrazione che si dimostrano sordi e ciechi anche rispetto al normale e democraticamente scontato avvicendamento.

Si ha la sensazione netta che alcuni esponenti ma più in generale i partiti di centrodestra, non riescano a capire e quindi ad interpretare il ruolo dell’opposizione. Ruolo per altro fondamentale in una democrazia compiuta e matura come ci auguriamo tutti sia quella italiana. Ci troviamo inoltre in perfetta sintonia con le posizioni assunte nel corso della riunione dei partiti di maggioranza e che si riferiscono alla necessità che l’amministrazione comunale deve essere messa in condizione di operare al meglio per la crescita della città con tutte le energie che ha a disposizione e con tutti i mezzi di cui può avvalersi per meglio orientare la sua azione amministrativa. La gestione delle società partecipate deve rientrare in un’azione amministrativa nuova e completa che riqualifichi i servizi offerti ai cittadini e concorra alla crescita della qualità della vita nella nostra città.

Dalla destra invece si assiste solo ad uno sparare nel mucchio con esternazioni inutili, a tratti fuorvianti e, cosa ancor più grave, non si accorgono di sparare troppo spesso solo a salve usando toni a dir poco discutibili per non dire niente e spesso trincerandosi dietro qualche dato trito e ritrito per nascondere il nulla.
Per quello che ci riguarda continuiamo riteniamo che il confronto debba basarsi sulla contrapposizione, anche serrata, delle idee, dei progetti da realizzare, delle impostazioni strategiche che possano far crescere il nostro territorio e continuiamo ad essere disponibili ad ascoltare, senza riserve e senza preclusioni ogni idea, ogni progetto, ogni impostazione programmatica che venga dalle fila dell’opposizione, valutarle serenamente e confrontarle con le nostre, in uno spirito costruttivo al servizio degli interessi sia degli utenti che dei nostri concittadini, utenti essi stessi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 614 volte, 1 oggi)