SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Alla faccia dei tifosi e di quanti avrebbero voluto esserci. Il derby campano tra Cavese e Juve Stabia, uno degli incontri di cartello della quattrodicesima giornata del C1/B, è stato posticipato, su indicazione del Prefetto di Salerno, che ha avanzato motivi di ordine e di sicurezza pubblica, a lunedì 4 dicembre. Al Simonetta Lamberti il fischio d’inizio è fissato per le 14,30. Come dire: in tanti dovranno rinunciarci.
Sia a Castellammare che a Cava l’hanno presa piuttosto male: è vero che tra le opposte tifoserie in passato ci sono state delle acredini, figlie di una rivalità radicata, stavolta però ci si stava preparando ad un derby speciale, quello di Catello Mari, il difensore stabiese di nascita, ma che ha vestito la maglia della Cavese, almeno fino al tragico incidente che lo scorso aprile gli tolse la vita. Adesso la curva degli ultras metelliani porta il nome dello sfortunato giocatore.
CAPUANO SE NE VA? La settimana che precede il derby tra le “vespe” e i biancoblu è resa ancora più elettrizzante dal gesto del tecnico stabiese Eziolino Capuano, che si sarebbe dimesso. Il motivo? La decisione della società di reintegrare il fantasista Caputo, messo fuori rosa dall’allenatore campano dopo la partita di domenica scorsa contro la Samb, in seguito ad un acceso litigio.
La Juve Stabia ad ogni modo non ha ancora comunicato nulla in merito. Staremo dunque a vedere se il “focoso” Capuano lascerà davvero Castellammare.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 3.159 volte, 1 oggi)