SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Mai una settimana tranquilla in casa Samb. Nemmeno se il prossimo avversario si chiama Martina, penultimo della classe e, soprattutto, mai vittorioso in trasferta (appena due pareggi il bottino raccolto dai pugliesi).
L’infortunio di Zammuto – l’ex Juve tornerà disponibile ad anno nuovo – la squalifica di Varriale e la caviglia di Landaida che continua a fare le bizze, hanno ulteriormente complicato la situazione del reparto arretrato rossoblu. Mister Ugolotti, come ha dichiarato alla ripresa degli allenamenti, dovrà fare di necessità virtù, ovvero adattare al ruolo di terzino un centrale (Diagouraga?) o un centrocampista (Visone? Giovedì scorso, a Controguerra, l’allenatore di Massa lo ha provato sulla destra). Sia come sia ci sarà da soffrire lungo quell’out.
Ma le note dolenti non si fermano qui. Sebbene Ugolotti abbia confessato difficoltà nella mediana (ancora fuori condizione i Giorgino e i Della Rocca; in più: esterni di ruolo in organico non ce ne sono), le preoccupazioni maggiori crediamo siano riconducibili all’attacco. Perchè? Un dato su tutti: negli ultimi cinque incontri i rossoblu hanno segnato la miseria di 3 gol (due portano la firma di Carlini). Non soprende quindi che il pacchetto avanzato marchigiano con 12 “centri” sia il quart’ultimo del girone B, insieme a quelli di Ancona, Teramo e Perugia. Da un mese a questa parte con Morante, autore della metà dei gol dell’undici di Ugolotti, a mezzo servizio, Olivieri involuto, Fragiello ancora “inesploso” e Momentè tutto da scoprire – farà in tempo? – le polveri degli attaccanti rossoblu sono rimaste bagnate.
Alla luce di tutto questo è più che normale prendere con le molle il match col Martina. Domenica prossima Landaida e soci sono obbligati a ottenere quella vittoria che manca da cinque turni (Samb-Manfredonia 2-0), anche perchè la settimana successiva si andrà a fare visita all’Avellino. I lupi finora hanno perso solo due punti al Partenio (contro l’Ancona).
BORSINO Doppia seduta oggi per la Samb, che al mattino ha sudato al Ciarrocchi, mentre nel pomeriggio si è trasferita all’Ama Campus di Pagliare. Landaida ha lavorato a parte; assente solo Olivieri, che allo stadio Porta Elisa di Lucca ha giocato con la Nazionale Under 21 di C, la sfida con il Belgio, sfida valevole per il Campionato delle Nazioni Europee. E’ finita 1-0 per gli ospiti; l’attaccante di Martinsicuro ad ogni modo ha giocato nell’undici titolare.
Domani la comitiva rossoblu si allenerà solo nel pomeriggio; a Monteprandone partitella in famiglia.
QUI MARTINA FRANCA Continua la marcia di avvicinamento del Martina alla trasferta di San Benedetto. In merito al vittorioso match di domenica scorsa contro il Giulianova ha parlato il capitano biancazzurro Lisuzzo. «E’ vero – ha detto il giocatore al quotidiano multimediale Blunote – con gli abruzzesi è stata molto dura perchè abbiamo affrontato un avversario che, a mio giudizio, è ultimo solo sulla carta. Purtroppo paghiamo a caro prezzo ogni errore, ma alla fine va bene anche così se la reazione che ne segue ci conduce al successo. Di sicuro in questo momento siamo più fiduciosi, anche se i nove punti in classifica restano comunque pochi: non ci resta altro che fare un gran girone di ritorno».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 526 volte, 1 oggi)