Cus Urbino-Joints 75-72
URBINO: Agostinelli 4, Spadoni 5, Falcone 2, Santi 3, Tinti 14, Morelli 24, Tesei 20, Cappellacci, Bevere, Cleri. All. Paolucci.
JOINTS: Nespeca 8, Riccardi 4, Valori 9, Ciccorelli 2, D’Incecco 27, Mattioli 7, Ciardelli 4, Mancinelli 2, Camerano, Pulcini. All. Reggiani.
Arbitri: Trombetti e Montemezzo.
Parziali: 10-17, 28-29, 47-56.
URBINO – Stavolta l’ultimo quarto tradisce la Joints. Dopo la strepitosa vittoria su Marzocca ottenuta con un parziale da brivido, i rivieraschi escono sconfitti da Urbino per 75-72, smarrendo la strada proprio nei 10′ finali, quando sembravano in grado di portare a casa i due punti. Sotto di due lunghezze, i rossoblu hanno fallito due liberi e i padroni di casa hanno così potuto festeggiare una vittoria insperata.
Buona la partenza della Joints, che mette in mostra un D’Incecco inarrestabile (27 punti, miglior marcatore), chiudendo sopra di 7 (17-10). Nel secondo vengono fuori i padroni di casa che, trascinati dalla coppia Tesei-Morelli, recuperano quasi tutto lo svantaggio, andando al riposo sul 28-29. Ci pensa però ancora D’Incecco, sostenuto da Ciardelli, a mettere in difficoltà la difesa ducale, e la Joints torna sopra di 9, 56-47.
Quando sembra che la partita si sia incanalata sul binario giusto, i sambenedettesi smarriscono la via del canestro, mentre Morelli infila tre bombe consecutive che danno il pari ai padroni di casa. Da qui si lotta punto su punto fino ai secondi finali. Sul 74-72 per Urbino, Mattioli va in lunetta per due liberi, ma sbaglia il primo. Fallisce apposta il secondo per cercare un rimbalzo, ma la palla è preda dei lunghi urbinati e il fallo speso dalla Joints ha l’unico effetto di dare ai padroni di casa l’opportunità di infilare il settantacinquesimo punto. Sabato (2 dicembre, ore 21) si torna al PalaSpeca, avversario il Potenza Picena. Un’occasione per dimenticare la beffa in terra ducale.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 359 volte, 1 oggi)