SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «Ci lasciamo alle spalle una settimana molto tranquilla. Abbiamo lavorato bene, ritrovando quell’intensità che avevamo messo prima delle due sconfitte. Abbiamo peraltro avuto modo di rivedere gli errori commessi contro il Ravenna. Al Benelli non abbiamo fatto una gara bruttissima, siamo stati presenti, ma ci è mancata la convinzione, la cattiveria quando abbiamo avuto le occasioni sotto rete».

Guido Ugolotti si avvicina all’ennesimo impegno con il consueto equilibrio. Consapevole che la tappa di Castellammare può rappresentare un incrocio decisivo ai fini della salvezza. E poco importa se siamo “solo” alla tredicesima giornata. «Siamo convinti di poterci giocare le nostre chance, determinati ad interrompere la serie negativa. Non sarà facile, questo lo sappiamo, ma dobbiamo giocare con la tranquillità e la concentrazione che ci hanno contraddistinti prima delle ultime due sconfitte».

Al Menti i rossoblu troveranno di fronte un undici – nel quale figurano ben tre ex (De Rosa e i fratelli Femiano) – voglioso di riscattare la delusione di domenica scorsa, quando il Gallipoli ha trovato il pareggio al 94°. «Saranno sicuramente arrabbiati e ci renderanno la vita molto dura. Possono inoltre contare su un pubblico caldo e uno stadio molto attaccato al terreno di gioco. Ci ho giocato l’anno scorso con l’Acireale (i siciliani in campionato si imposero 1-0, mentre ai play off soccombettero 2-1, nda), quindi conosco le insidie del Menti. Ma siamo dei professionisti e dovremo giocare la nostra gara senza pensare a nient’altro».

Eziolino Capuano, invece, che col suo Sora qualche stagione fa passò al Riviera, Ugolotti non l’ha mai sfidato. «Però lo conosco, spesso, quando allenavo le giovanili della Roma alla domenica ero a Sora», confessa l’allenatore della Samb. «E’ un tecnico molto carismatico, bravo a caricare la propria squadra e l’intero ambiente, tifosi compresi».

L’UNDICI ANTI-STABIA Come al solito Ugolotti in settimana spesso ha mischiato le carte, anche se, alla vigilia della trasferta di Castellammare non fa fatica a concedere delle ammissioni in merito ad alcuni uomini.

Sarà Zammuto per esempio a sostituire lo squalificato Tinazzi. «E’ arrivato il suo momento, del resto non ho grandi alternative. So che si farà trovare pronto, anche se dovrà coprire un ruolo non suo».

Dubbio invece a centrocampo, dove comunque potrebbe essere Fanelli a fiancheggiare Loviso. Visone e Desideri paiono invece i prescelti per le corsie esterne.

«Fanelli si è allenato molto bene in questi mesi, aspettando pazientemente il suo turno. L’ho provato in più ruoli, mi aspetto tanto da lui perché ha qualità importanti».

In avanti molto alte le quotazioni dell’inedita coppia Morante-Carlini. Sul primo Ugolotti dice: «Fisicamente non ha i 90 minuti nelle gambe, potremmo iniziare con lui, ma non è detto che non si possa profilare una staffetta con Fragiello, che ultimamente è cresciuto molto». Su Carlini invece, che dovrebbe essere preferito a Olivieri, il tecnico di Massa precisa: «Come per altri ruoli deciderò all’ultimo, anche perché ho a disposizione dei ragazzi i cui valori grosso modo si equivalgono. Carlini è più continuo e mi garantisce maggiore copertura, ma le qualità di Olivieri non si discutono. Spesso purtroppo non si è potuto allenare con assiduità, soprattutto perché è reduce da una stagione in cui ha giocato poco».

CONVOCATI Con l’infermeria vuota (Michele Santoni a parte) nessun problema stavolta per mister Ugolotti, che in Campania non ha portato Forò, Tulli, lo squalificato Tinazzi, Perugini e Mattia Santoni.

TIFOSI Sono 104 i biglietti staccati in prevendita. Alla volta di Castellammare dunque si muoveranno poco più di un centinaio di sostenitori rossoblu. Ricordiamo in ogni caso che i botteghini del settore ospiti dello stadio Menti domani rimarranno aperti, quindi coloro che decidessero solo in ultimi di partire per la Campania potranno acquistare il tagliando direttamente nell’impianto gialloblu.

QUI CASTELLAMMARE Eziolino Capuano dovrà fare a meno dello squalificato Gennaro Esposito (al suo posto potrebbe giocare Andreulli) e, soprattutto, dell’infortunato Castaldo. In avanti ballottaggio Barclet-Galantucci, col primo favorito sull’ex Rende, per fare da spalla a Caputo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 477 volte, 1 oggi)