MONTEPRANDONE – “San Giacomo della Marca e l’altra Europa. Crociate, martirio e predicazione nel mondo del Mediterraneo Orientale”. Questo il tema del Convegno che si terrà venerdì 24 e sabato 25 novembre presso la Sala Consiliare, dal titolo
«E’ un convegno di elevato spessore visti i tanti studiosi che verranno a Monteprandone provenienti da diverse parti d’Italia e d’Europa – dice il sindaco Bruno Menzietti – e l’amministrazione con molto piacere e con un notevole sforzo economico ha voluto che tutto si realizzasse al meglio per far conoscere a tutti le inestimabili qualità del nostro Santo».

La dottoressa Fulvia Serpico, dell’Università di Lecce, nel suo intervento di presentazione del convegno spiega come il titolo sia stato appositamente scelto come continuità di quello tenutosi nel 1994 che aveva come titolo “San Giacomo della Marca e l’Europa del ‘400”.

«I temi che andremo a trattare nei prossimi giorni – ha affermato la Serpico – sono di strettissima attualità per ciò che attiene ai rapporti religiosi tra Occidente e Oriente».

Sempre Fulvia Serpico ha ricordato con molto piacere la prima volta che ha potuto visionare i Codici di San Giacomo e tutte le sensazioni che ha avuto sfogliando quei manoscritti: «Mi hanno affascinato molto appena li ho visti e studiandoli ho letto il messaggio che San Giacomo trasmette, e cioè far vivere i Codici».

Ricco il programma correlato al convegno: nella giornata di domenica prenderà il via la 9ª edizione della Fiera cittadina in onore di San Giacomo. L’assessore al commercio Beatrice Poggi ha affermato che «i visitatori potranno scegliere i prodotti tra le diverse categorie merceologiche e tra le tipicità enogastronomiche del territorio. Gli amanti della buona tavola potranno deliziare i loro palati gustando i piatti della Cucina dello Spirito con un menù fisso a 20 € presso i ristoranti del territorio».

Per domenica 26, a conclusione della Santa Messa delle ore 11:30, presso il Santuario di San Giacomo, verrà posizionato dietro al presbiterio il trittico composto da un Crocifisso ligneo, due pale lignee del ‘400, raffiguranti la Madonna e San Giovanni, attribuito al Cola di Amatrice, recentemente restaurato dal laboratorio Rizzo di San Benedetto del Tronto.

Nel tardo pomeriggio ci sarà una processione che partirà dalla Casa natale del Santo fino al Santuario e in serata, sempre al Santuario si terrà il concerto gospel del duo Mia Cooper. «Mi auguro che anche quest’anno – spiega il consigliere delegato alla cultura Meri Cossignani – il concerto possa riscuotere lo stesso successo degli anni passati visto anche l’elevato spessore dell’artista che si esibirà».

I festeggiamenti si concluderanno martedì 28 novembre con la solenne celebrazione presso il Santuario di San Giacomo della Marca.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 932 volte, 1 oggi)