Politica. Tre casi hanno investito negli ultimi giorni l’attuale maggioranza politica nel comune di San Benedetto. Il discusso recupero del motoschereccio Rita Evelin, un’assunzione sospetta, la scoperta che una pressoché misteriosa associazione ha risollevato le sorti del turismo sambenedettese con un’attività promozionale da 60 mila euro. Insomma situazioni molto imbarazzanti che stanno già minando la stabilità di una giunta arrivata al potere dopo una vittoria schiacciante. L’opposizione incalza con ottime carte in mano. Un po’ come faceva l’attuale sindaco quando cavalcava dagli stessi banchi il cavallo dell’onestà, della trasparenza, della legalità eccetera. Noi stiamo dalla parte dei cittadini e faremo di tutto per difendere i loro interessi che potrebbero aver subito gravi prevaricazioni. Per questo motivo non lasceremo nulla di intentato con inchieste parallele su queste pagine e su Riviera Oggi nella speranza che, chi di dovere, ci conceda la necessaria collaborazione.
Grottammare. Verso una soluzione pacifica la vicenda che portò alle dimissioni l’assessore della Margherita, Franco Falasca. Credo che se ne avvantaggeranno i cittadini visto che le rivalse di Falasca puntavano essenzialmente sulla mancanza di trasparenza su questioni che definirei immobiliari. Probabilmente ora il plus valore di aree fabbricabili in zona Valtesino verrà distributo in maniera equa, senza sotterfugi e non solo a vantaggio di privati ma anche della comunità grottammarese meno abbiente.
Samb. Come suggerisce il commento di un lettore, mister Ugolotti piace perchè in grado di fare autocritica e di individuare nella difesa il punto più debole della squadra. Ha così indicato ai fratelli Tormenti dove dovranno intervenire pena l’alleggerimento delle sue responsabilità.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 633 volte, 1 oggi)