SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «Quella di Gabrielli è un’accusa totalmente strumentale». Così l’assessore alle Politiche del Mare Settimio Capriotti risponde alle accuse di favoritismi verso il locale di sua proprietà, la sala da tè “Flauto Magico”, dove lo scorso 16 novembre avrebbe dovuto tenersi un appuntamento inserito nel cartellone di iniziative che il Comune ha deciso di dedicare a Wolfgang Amadeus Mozart per celebrare i 250 anni della sua nascita. Una serata poi rinviata per onorare il lutto cittadino per la tragedia del Rita Evelin.
«Il mio locale è stato scelto da Rodolfo Dini, responsabile del centro multimediale Pianeta Musica, in quanto ospita concerti jazz da venticinque anni, sia con nomi di rilievo che con giovani musicisti locali da valorizzare. Il Comune non darà un soldo al mio locale, pagherà gli artisti che eseguiranno le Arie mozartiane più famose e promuoverà uno spettacolo totalmente gratuito per gli spettatori».
Anche il catering, spiega Capriotti, verrà offerto dal Comune, quindi «anche se ci sarà un ritorno d’immagine il “Flauto Magico” non avrà alcun incremento negli incassi».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.014 volte, 1 oggi)