SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «Sono arrabbiato per il risultato ma contento per la prestazione». Così mister Grilli il giorno dopo il pari con l’Acquasanta. Il Porto d’Ascoli ha dimostrato di non essere inferiore a nessuna squadra sotto il profilo del gioco, ma di peccare negli ultimi metri.
«Davanti alla porta sembriamo aver paura – ha continuato l’allenatore biancoceleste – non riusciamo ad essere cinici come gli avversari. Siamo sfortunati? A volte la fortuna va anche cercata».
La scelta di schierare Suppa, rientrato dopo due giornate di squalifica, al posto di Fiorino sull’out destro è puramente tecnica. «Jimmy è un giocatore veloce, insieme a Schiavi mi dà rapidità sulle fasce».
Prima della fine del girone d’andata il Porto d’Ascoli dovrà affrontare tre trasferte con Monticelli, Appignanese, Comunanza, e una gara casalinga con il Petritoli. Quattro match delicati in cui i biancocelesti si giocheranno una fetta di stagione. «Abbiamo messo in preventivo di raccogliere dodici punti», ha ironizzato il tecnico. Che poi, serio, ha concluso: «Saranno gli avversari ad avere paura di noi se continuiamo a offrire prestazioni come le ultime».
Contro il Monticelli non saranno disponibili Pompei e Clementi, che saranno squalificiati dal Giudice Sportivo. Più serio del previsto l’infortunio a Rocchi, quasi certamente di nuovo in campo non prima dell’anno nuovo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 275 volte, 1 oggi)