CASTALLAMMARE DI STABIA – Alle spalle una settimana di quelle difficile. Su più fronti. In primis la vittoria sfuggita all’ultimo nel match casalingo contro il Gallipoli, poi l’infortunio occorso a bomber Castaldo. Prima ancora l’intricata situazione societaria. E meno male che la Commissione Disciplinare ha prosciolto il sodalizio campano, a giudizio venerdì scorso per i mancati compensi di Bagarella, Benito, Vullo e Armellini. Un’eventuale penalizzazione in classifica avrebbe, ovviamente, complicato il quadro.
La Juve Stabia, che nel pomeriggio riprenderà la preparazione in vista del secondo impegno casalingo contro la Samb, inaugura un’altra settimana delicata. Ma andiamo con ordine.
CAMPIONATO Seppure i 16 punti in classifica incamerati sinora da De Rosa e soci sono lo specchio di un inizio campionato probabilmente al di sopra delle aspettative, la Juve Stabia si morde le mani per aver letteralmente gettato alle ortiche la possibilità di fare bottino pieno. Le “vespe” contro la matricola Gallipoli hanno giocato una delle partite più brutte della stagione al Menti e debbono recitare il mea culpa per non aver capitalizzato il gol di Rinaldi. La zampata di Morello, al minuto 94, sa di beffa, ma resta il fatto che i padroni di casa non hanno creato vere e proprie occasioni per raddoppiare e chiudere i conti.
CASTALDO Preoccupano le condizioni del bomber gialloblu – 5 le reti messe a segno finora – Gigi Castaldo, infortunatosi all’81 nel tentativo di deviare in rete una punizione di Silvestri. La distorsione alla caviglia riportata dal giocatore campano – i primi accertamenti hanno escluso la frattura dell’arto, ma è ancora tutta da valutare l’entità dell’infortunio – tiene in ansia l’entourage delle “vespe”, consapevole dell’enorme importanza che riveste l’attaccante nell’economia del gioco gialloblu.
SOCIETA’ Le reciproce accuse e i botta e risposta cui Paolo D’Arco, interessato a rilevare il 50% del pacchetto azionario del club campano e Michele Cesarano, presidente gialloblu, si stanno rendendo protagonisti, hanno dell’incredibile. Fino alla settimana scorsa sembrava tutto fatto, o quasi, per il passaggio della metà delle quote e invece, apprendiamo ora, non se ne farà più nulla. Almeno fino a giugno, come ha pubblicamente dichiarato Cesarano. A breve il prossimo capitolo?
BIGLIETTI AI TIFOSI DELLA SAMB In mattinata il sodalizio gialloblu ha provveduto ad inviare nelle Marche una dotazione di biglietti per il settore ospiti dello stadio Menti pari a 400 unità, peraltro già a disposizione (lo saranno fino alle 11 di sabato mattina, al prezzo di 10 euro ciascuno) dei tifosi rossoblu nei consueti punti vendita – 200 al Bar Affinity e i restanti equamente divisi tra Samb Point e Libreria Nuovi Orizzonti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 474 volte, 1 oggi)