Vis Carassai-Cuprense 1 – 1
VIS CARASSAI: Capriotti, Massi, Giovannucci, Cacciatori, Lupi A, Di Donato (49’st Fazi), Fattori, Incaini, Poli, Caponi, Ortu. A disposizione: Lupi S, Sestili, Sisti. Grossetti, Silenzi, Ferracuti. Allenatore: Cacciatori.
CUPRENSE: Mori, Calabrini, Capretti (23’st Perozzi), Rossi, Parlato, Cocciaretto, Nasini, Ottaviani, Lepretti (17’st Lucidi), Crescenzi (12’st Amabili), Silipo. A disposizione: Brusi, Greganti, Splendiani A, Splendiani U. Allenatore: Fermanelli.
Arbitro: Vesprini di Macerata.
Reti: 16′ st Poli (rig), 46′ st Lucidi.
Note: espulso al 47’st Parlato per proteste.
Recupero 4’st.
Ammoniti: Capretti per la Cuprense e Massi per la Vis Carassai.
Spettatori 200 circa, di cui 150 provenienti da Cupra Marittima.
CARASSAI – Il tanto atteso derby tra Vis Carassai e Cuprense termina in parità. I locali passano in vantaggio grazie ad una generosa concessione di un calcio di rigore da parte del signor Vesprini. Gli ospiti, riescono ad acciuffare il pari nell’over time, con un colpo di testa vincente di Lucidi.
Fermanelli decide di confermare per dieci undicesimi la formazione che, mercoledì, ha ben figurato nella gara di Coppa contro l’Elpidiense Cascinare vincendo 4-1. Le cosiddette seconde linee non deludono di fronte ai numerosi sostenitori cuprensi accorsi a “La Rocca”.
Dopo una fase di studio tra le due squadre, al 16′, Caponi su palla inattiva dai trenta metri non impensierisce Mori che blocca senza problemi. Un minuto dopo è ancora la Vis a sfruttare una situazione di mischia dalla quale scaturisce una pericolosa conclusione al volo di Incaini, Mori si supera e con un volo plastico mette in angolo. Al 27′ la Cuprense sciupa una ghiotta occasione. Nasini serve col contagiri Lepretti, che si libera dalla marcatura e solo davanti a Capriotti, colpisce a botta sicura con la sfera che fa la barba al palo. Nell’ultimo quarto d’ora, gli uomini di Fermanelli alzano il baricentro alla ricerca del vantaggio, ma i vari tentativi falliscono.
Nella ripresa, la musica cambia. I locali rientrano in campo con maggiore determinazione tentando di impostare la manovra offensiva sulle corsie laterali. Dopo due minuti una conclusione di Poli dal limite viene bloccata in presa bassa da Mori. Al 9′ la Cuprense butta al vento un’altra occasione importante. Su un traversone dalla sinistra effettuato da Silipo, Nasini si avventa in area, ma la sua botta al volo termina sopra la traversa. Al quarto d’ora l’episodio incriminato che condizionerà la gara degli ospiti. Da una punizione dal limite della Vis, Silipo in barriera, è autore di un fallo di mano, che avviene però fuori dall’area di rigore. L’arbitro assegna il penalty, sul dischetto và Poli, Mori intercetta ma non trattiene la palla che termina in rete. Al 28′ i locali sfiora il raddoppio con lo stesso Poli, autore di uno spunto personale, ma un Mori superlativo gli toglie la sfera dai piedi. Dopo i vari tentativi, la Cuprense al 46′ trova la rete del definitivo pareggio. Il neoentrato Lucidi, raccoglie un cross dalla destra di Calabrini e con una zuccata vincente infila Capriotti. Nel finale espulso nelle fila gialloblu il capitano Parlato per proteste.
Resta il rammarico per l’ennesimo pari. L’appuntamento con la vittoria in campionato manca da ben sei turni. Sabato al “Fratelli Veccia” arriva il Trodica.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 433 volte, 1 oggi)