SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Un odontotecnico esercitava abusivamente la professione odontoiatrica in un ambulatorio sulla Riviera, senza la necessaria laurea in medicina in quanto semplice odontotecnico, non abilitato quindi all’esercizio di una professione sanitaria. Per giunta evadendo da anni le tasse, anche per la sua regolare attività di “fabbricazione di protesi dentarie” .
L’attenzione investigativa da parte delle Fiamme Gialle di San Benedetto è partita in seguito a una serie di voci giunte al servizio di pubblica utilità “117”, voci che esaltavano la bravura di questo odontotecnico nell’effettuare prestazioni odontoiatriche. Le indagini successive hanno accertato che il soggetto non aveva la laurea in medicina e che da diversi anni ometteva di presentare le dichiarazioni dei redditi per l’attività di odontotecnico regolarmente dichiarata al Fisco. E’ partita perciò un’attività congiunta di polizia giudiziaria e di polizia finanziaria.
La Finanza ha cominciato una serie di sopralluoghi e di appostamenti nei pressi dell’ambulatorio, un’attività resa difficoltosa dalla presenza di una telecamera esterna installata dall’odontotecnico e collegata a un monitor interno allo studio. In questo modo il dentista abusivo era in grado di riconoscere preventivamente le persone che entravano.
Una volta entrati nello studio in vesti borghesi, i militari delle Fiamme Gialle si sono trovati di fronte a un vero e proprio ambulatorio dentistico, con tanto di ignari pazienti, apparecchiature radiologiche, poltrone dentistiche, medicinali anestetici e attrezzature specifiche per le cure dentistiche. Dopo aver accertato che lo pseudo-odontotecnico forniva di fatto delle prestazioni odontoiatriche, i militari hanno sequestrato l’intero studio dentistico, comprese tutte le relative attrezzature rinvenute, e lo hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Ascoli Piceno per la violazione agli articoli 348 (“Abusivo esercizio di una professione”) e 498 (“Usurpazione di titoli e onori”) del codice penale.
Ora le Fiamme Gialle dovranno ricostruire l’intero giro d’affari dell’odontotecnico per consentire la tassazione di tutto il reddito percepito negli anni sia attraverso l’esercizio della attività legale di odontotecnico che di quella illecita di odontoiatra.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.613 volte, 1 oggi)