MONTEPRANDONE – Trovare la continuità di risultati. E’ l’imperativo del Centobuchi, alla vigilia della trasferta di Tolentino, ennesima tappa di un campionato sinora vissuto in altalena. Bene in casa, dove sono stati raccolti ben 8 degli 11 punti messi in cascina, male fuori: il ruolino di marcia parla di tre pareggi e due sconfitte.
Chiediamo a mister De Amicis: quale la ricetta per invertire questo trend poco raccomandabile?
«In trasferta ci manca ancora quell’equilibrio e quella personalità necessari per fare fronte alle difficoltà che si incontrano nel corso dei 90 minuti. Ci capita spesso di perdere la testa e di non essere lucidi nei momenti topici. L’ideale sarebbe riuscire a ritrovare lo spirito della stagione scorsa, quando lontano dal Comunale riuscimmo a vincere in sette circostanze. Far nostra la prima partita fuori casa potrebbe sbloccarci». L’ultima gioia fuori le mura risale a oltre sette mesi fa: penultima giornata del torneo di Eccellenza, il Centobuchi si impose 2-1 sul campo della Vigor Senigallia (era il 9 aprile).
Al Della Vittoria di Tolentino vi aspetta una sfida molto delicata: i cremisi, reduci da due sconfitte consecutive, vorranno riscattarsi. Mister Zannini avrà un Pompei in più per cercare il bottino pieno.
«E’ un test molto più impegnativo rispetto a quello di domenica scorsa, quando pure abbiamo ottenuto 3 punti fondamentali per la nostra classifica (contro la Pergolese, nda). Ma, l’abbiamo detto più volte, la graduatoria è molto corta, quindi basta una sconfitta per tornare nelle zone che scottano. Non poissiamo permetterci passi falsi, quindi spero che la vittoria di domenica scorsa non abbia fatto rilassare i ragazzi».
«Quanto al Tolentino – ha proseguito De Amicis – ha rinforzato ulteriormente (coi due sambenedettesi Pompei e Amadio, nda) un organico già attrezzato. Ritengo abbiano una classifica non veritiera: giocano un buon calcio e sono organizzati. Sarà dura».
BORSINO Qualche assenza, anche stavolta, per l’allenatore abruzzese, che pure recupera Guido Galli e Cameli, i quali hanno scontato il turno di squalifica, oltre a De Angelis e Capriotti, guariti dai rispettivi infortuni (sul primo ad ogni modo il tecnico biancoceleste nutre qualche dubbio in merito ad un impiego dal primo minuto). Saranno invece indisponibili Iachini, che deve scontare anche due delle tre giornate di stop rimediate nella disgraziata trasferta di Fano, e Simoni; il capitano si sta ancora sottoponendo alle tepapie per rimettersi dall’infortunio al ginocchio.
QUI TOLENTINO Due indisponibilità per mister Zannini: quella dell’esterno destro Rossini e quella del difensore Morbidoni, il quale dovrebbe tornare disponibile la prossima settimana. Potrebbe subito scendere in campo Giovanni Pompei, l’ultimo acquisto in casa cremisi. L’ex Chieti giocherebbe in appoggio alla punta Girgenti.
Curiosità: fra le fila del Tolentino gioca l’esterno Elia Santoni, classe ’88, fratello di Mattia e Michele, rispettivamente centrocampista e difensore della Samb.
ARBITRI Designati gli arbitri che dirigeranno l’undicesima giornata del girone F di serie D: Tolentino-Centobuchi invece sarà diretta da Claudio Gavillucci, assistito da Katia Tonello e Massimiliano Giannoccolo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 471 volte, 1 oggi)