SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Grande successo per “La bisbetica domata”, il primo appuntamento della stagione teatrale del comune di San Benedetto che si è tenuto al Teatro Calabresi lunedì 13 novembre. La commedia shakespeariana ha sostituito l’atteso “Blackbird” di David Harrower, ma non si è trattato certo di un ripiego. Le 480 persone, di cui 250 in abbonamento, che hanno assistito alla commedia, hanno applaudito lo spettacolo, godendo con divertimento della comicità di varie situazioni.

L’opera, presentata dalla Compagnia Lavia, nella traduzione di Masolino D’Amico e con la regia di Matteo Marasco, aveva come attore principale Tullio Solenghi. Molto belle e suggestive sono apparse le scenografie, veramente notevoli i costumi, e sicuramente bravi i 14 attori che componevano il cast. Una compagnia tutta al maschile, come vuole la tradizione del teatro elisabettiano che escludeva le donne dal palcoscenico, per mettere in scena una delle più famose commedie di William Shakespeare. La regia ha inserito diverse rivisitazioni: una tra tutte il commento musicale di un brano di Beniamino Gigli, nota dolente per i cultori integralisti del teatro Shakespeariano.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 673 volte, 1 oggi)