SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Tutto finito? Non può essere. O almeno: non vogliamo crederci. La Samb, dopo la sconfitta interna con la Ternana, si lecca le ferite e medita sui perchè di una caduta inaspettata alla vigilia.
Siamo tentati di sposare in pieno le parole di mister Ugolotti: Samb troppo brutta per essere vera. Sia come sia, il responso è atteso per domenica prossima, quando Landaida e soci renderanno visita alla capolista Ravenna. Un test a dir poco proibitivo, coi giallorossi battuti solo nel corso della prima giornata, in quel di Taranto. Poi i marchigiani si sposteranno in Campania, in casa della Juve Stabia.
Insomma: tra otto giorni la classifica dei rossoblu potrebbe avere connotati più o meno tranquillizzanti rispetto a quella attuale, che pure fotografa la situazione di una squadra che – almeno giocando come ha fatto fino alla trasferta di Teramo – ha tutte le carte in regola per raggiungere l’obiettivo di inizio stagione.
Intanto nel pomeriggio, al Ciarrocchi, i rossoblu si sono subito rimessi al lavoro. Seduta di “scarico” per chi ha giocato il posticipo contro la Ternana, per tutti gli altri allenamento più intenso. Ha ripreso Morante, mentre Loviso, affaticato, ha sudato a pare. Assente Nikola Olivieri; l’attaccante di Martinsicuro infatti ha risposto alla convocazione di mister Giorgio Veneri, selezionatore dell’Under 20 di C, in vista della gara valevole per la Mirop Cup contro l’Ungheria, in programma mercoledì pomeriggio a Carpenedolo.
Domani, mercoledi, per la Samb doppia seduta – al mattino sempre al Ciarrocchi, nel pomeriggio all’Ama Aquilone di Pagliare; giovedì amichevole contro la Berretti a Monteprandone.
TIFOSI Nel pomeriggio sono arrivati gli 800 bliglietti per il settore ospiti dello stadio Benelli di Ravenna, richiesti dal sodalizio di Viale dello Sport. Saranno a disposizione dei tifosi rossoblu, negli abituali punti vendita al prezzo di 11 euro ciascuno, a partire da mercoledì mattina.
QUI RAVENNA Dopo il successo – l’ottavo della stagione – conseguito al Benelli ai danni della Cavese, la capolista del girone B è tornata al lavoro in vista del secondo impegno casalingo consecutivo contro la Samb. In casa giallorossa si recrimina per l’attteggiamento dei campani: «Siamo stati bravi a non cadere nelle provocazioni di una Cavese che, invece di giocare la sua partita, è venuta qui per impedire a noi di farlo – ha spiegato il presidente Fabbri – E’ vero, potevamo chiudere prima la partita e invece abbiamo sbagliato qualche passaggio di troppo».
Infine, sul primato della formazione di mister Pagliari, il patron romagnolo ha detto: «Siamo contenti di questi 26 punti, ma anche le altre viaggiano forte, pertanto il prossimo obiettivo e averne 29 dopo la gara con la Sambenedettese. Dobbiamo continuare così, con grande umiltà».
PANARELLI ALLA SALERNITANA La Salernitana ha presentato ufficialmente il neo acquisto Luigi Panarelli (contratto per un anno e opzione sul secondo). Il difensore, classe ’76, era svincolato e nell’ultima stagione militava nella fila dell’Avellino. Tra le esperienze più importanti per Panarelli Napoli, Torino e Fiorentina.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 632 volte, 1 oggi)