ASCOLI PICENO – Alla presenza di un pubblico attento ed interessato, si è svolto, presso l’aula magna della scuola media “Maria Immacolata”, il primo degli incontri previsti dal progetto “Per non cadere nella rete …. Navigate a vista”, organizzato dall’Assessorato alla Pubblica Istruzione per un uso corretto di Internet.
«La Rete – dice l’assessore Gianni Silvestri – frequentata ormai da milioni di persone ogni giorno, ci sono anche cose negative, assolutamente da evitare ai nostri figli. Ma non possiamo sottacere gli aspetti positivi di Internet dove le cose buone sono di gran lunga più numerose di quelle cattive. I pericoli in Internet ci sono, ecco perché bisogna evitarli, non ignorarli».
Per questo, dopo i lusinghieri riscontri avuti lo scorso anno, è stato riproposto il progetto “Per non cadere nella rete …. navigate a vista”, una serie di incontri-dibattito con i genitori e i docenti delle scuole primarie del Comune incentrati sulla problematica “Minori e Internet, analisi dei rischi e misure di protezione nell’utilizzo della strumentazione informatica e telematica” nel corso dei quali vengono illustrati i possibili pericoli che i minori possono incontrare navigando in rete.
Nel corso dell’incontro, al quale erano presenti decine di genitori ed educatori, l’assessore Silvestri, dopo aver ringraziato per la collaborazione ed adesione al progetto i dirigenti scolastici e il dirigente dell’Ufficio Scolastico provinciale, ha sottolineato l’importanza dell’iniziativa che «intende sviluppare – ha detto – un confronto serrato tra tutte le componenti che interagiscono nell’area della comunicazione telematica Internet».
L’iniziativa si avvale della partecipazione del sociologo Nello Giordani, del responsabile regionale del nucleo di Polizia postale, Maurizio Pierlorenzi, della responsabile del nucleo ufficio minori della Polizia di Ascoli Piceno, Patrizia Carosi, e del consulente informatico Massimiliano D’Angelo.
Nel suo intervento Nello Giordani ha trattato dell’impatto di Internet sui bambini in età evolutiva e la partecipazione del nucleo famiglia e della scuola ad una formazione corretta e adeguata a contrastare i pericoli della “Rete”.
Il dirigente Pierlorenzi ha illustrato le problematiche più ricorrenti riguardanti la tutela dei minori legati all’uso delle nuove tecnologie e tutti i rischi cui vanno incontro i minori e le loro famiglie con un uso non consapevole degli strumenti informatici e telematici.
Il consulente informatico D’Angelo, dal canto suo, ha posto l’attenzione sulle azioni di sensibilizzazione nell’utilizzo della strumentazione informatica e telematica e soprattutto nelle operazioni di difesa da attacchi informatici: virus, spyware, ad-ware ma anche trattato un tema importantissimo quale la protezione da rischi subdoli quali la pedopornografia.
Il prossimo incontro è in calendario mercoledì 15 novembre, alle ore 18.00, presso il circolo didattico “Monticelli” in via dei Narcisi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 325 volte, 1 oggi)