MASSIGNANO – Si riaccende la polemica politica massignanese: pomo della discordia, la realizzazione di una palestra comunale. In una nota stampa il gruppo consiliare “Insieme per Massignano” fa notare come, a causa di alcune errate valutazioni, difficilmente la cittadina picena potrà fregiarsi di una palestra.
Il progetto dell’amministrazione comunale prevedeva la copertura di una superficie di 200 metri quadrati con il cemento, nel lato sud rispetto ad un edificio scolastico (costo 75 mila euro). Il progetto comunale è stato presentato alla Provincia di Ascoli per l’ottenimento di un contributo lo scorso 22 settembre.
Secondo “Insieme per Massignano” e il suo capogruppo provinciale Luigi Del Prete, infatti, le dimensioni del progetto presentato non sono tali per l’uso pensato in origine, poiché i lati dell’area da cementificare sono di metri 10,50 per 20,50, mentre, scrive “Insieme per Massignano”, «una palestra scolastica per le scuole medie deve essere almeno capace di ospitare un campo per il basket con misure minime pari a metri 17×28». Inoltre, sempre “Insieme per Massignano” sostiene che le dimensioni per la pallavolo devono essere di «metri 18×24, per il tennis 18,27×36,57».
«Di conseguenza» afferma sarcasticamente Del Prete, «l’unico sport che qui si può praticare è il tennis tavolo. E in questo caso il Coni non darà il proprio assenso al progetto e, di conseguenza, potrebbe venire meno il finanziamento della Provincia».
Del Prete sottolinea infine che, a causa della costruzione del muro per gli spogliatoi, «potrebbero esserci problemi per l’illuminazione nelle aule vicine alla palestra, oltre che altri impedimenti relativi alle normative anti-incendio e sulla sicurezza».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 356 volte, 1 oggi)