SAN BENEDETTO DEL TRONTO – I suoi frequenti contatti con alcuni tossicodipendenti del posto avevavo insospettito gli agenti del Commissariato di San Benedetto. Per questo una cittadina polacca di 50 anni è finita ieri nel mirino del personale di polizia. La donna è stata individuata da una volante a Grottammare, in via Balestra, mentre era intenta, nei pressi della fermata dei pullman extraurbani, a tenere rapidi e continui contatti con alcuni tossicodipendenti della città. Alla vista dei poliziotti la 50enne ha cercato di sottrarsi al loro controllo ma è stata prontamente bloccata e immobilizzata. Gli agenti hanno quindi trovato in suo possesso e sequestrato 400 grammi di eroina divisi in dosi, alcuni telefoni cellulari e 400 euro in banconote, occultati in un profondo decolté.

L’attività di polizia si è conclusa con l‘arresto di Ewa Maria K. per il reato di detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio. Su disposizione della Procura della Repubblica di Fermo è stata ristretta nella Casa Circondariale di Camerino.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 656 volte, 1 oggi)