MONTEPRANDONE – «Stiamo valutando l’ipotesi di intervenire sul mercato. Forse la prossima settimana potrebbero esserci delle novità».
Così il presidente del Centobuchi Claudio Marocchi in riferimento al momento difficile della formazione biancoceleste: 2 i punti raccolti nelle ultime tre gare. Il ruolo da “coprire”, in virtù del perdurare delle assenze di Cucco e di Capriotti, quest’ultimo alle prese con un fastidiosa pubalgia, è quello dell’esterno sinistro. Il sodalizio di via Di Vittorio pare insomma deciso a mettere mano al portafogli e regalare a mister De Amicis un altro elemento.
Entro metà della prossima settimana potrebbero esserci delle novità. Circola già qualche nome; quelli per esempio del sambenedettese doc Patrick Amadio e di un altro giocatore svincolato, con trascorsi nelle serie superiori, pare, cresciuto nelle fila della Juventus. Trattative difficili in ogni caso, anche se il Centobuchi è seriamente intenzionato a dotare il pacchetto arretrato di un rinforzo.
Amadio, 30 anni, è reduce dall’eperienza col Valenzana (C2/A), squadra nella quale ha giocato a partire da gennaio (prima era a Vittoria); in precedenza il terzino, cresciuto al Porto d’Ascoli, ha vestito le maglie di Gubbio, Latina, Chieti, Lanciano, Tolentino e Monturanese.
L’OTTIMISMO DEL PATRON MAROCCHI Mercato a parte, la stretta attualità dice che la prossima partita, al Comunale contro la Pergolese, è di quelle delicate. Mister De Amicis dovrà fare a meno di ben sette uomini: out i lungodegenti Cucco, Capriotti, De Angelis e Simoni, resteranno al palo anche gli squalificati Iachini, Cameli e Guido Galli. «Siamo in un momento di emergenza – ha detto il presidente Marocchi – Ho chiesto ai ragazzi di dare il massimo per fare fronte alle difficoltà: conosco il valore di questo gruppo, quindi mi auguro che riusciremo a fare risultato. Quella contro la Pergolese è una sfida molto importante, ma il campionato è ancora lungo».
Giuseppe De Amicis si è molto arrabbiato dopo la batosta di Fano per le tre espulsioni. «Al Mancini abbiamo giocato un bellissimo primo tempo, poi però abbiamo perso la testa. In ogni caso sono sicuro di una cosa: la classifica è bugiara, abbiamo buttato via tanti punti, a Morro d’Oro per esempio, oppure contro il Montecchio o, per finire, in casa contro il Grottammare. Dobbiamo imparare a gestire meglio le energie nervose e fisiche, ma l’attaggiamento della squadra, che finora se l’è giocata contro qualsiasi squadra, mi lascia ben sperare pe ril futuro. Sarà anche una frase fatta, ma questo torneo è molto equilibrato e il Centobuchi ha le sue possibilità».
ARBITRO Designati gli arbitri che dirigeranno la decima giornata nel girone F di serie D. Centobuchi-Pergolese è stata affidata a Pasquale D’Albore, il quale sarà coadiuvato da Salvatore De Falco e Ciro Guarino.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 615 volte, 1 oggi)