GROTTAMMARE – Pubblichiamo una intervista audio di Antonio Bruni, membro della Federazione provinciale Ds, che critica i vertici provinciali del partito e Luciano Agostini per il metodo con cui è stata gestita la sezione “Berlinguer” di Grottammare, punita, secondo lo stesso Bruni, perché Grottammare ha appoggiato fortemente Pietro Colonnella per la elezione al Senato e alla guida della Federazione Provinciale dei Ds (in concorrenza con il sindaco di San Benedetto Giovanni Gaspari).

I documenti in allegato sulla destra (formato Pdf) riguardano:

1) la lettera del Consiglio dei Garanti dei Ds Regionali a Mauro Gionni, Segretario Federazione Ds di Ascoli Piceno. La lettera del 19 settembre scorso chiedeva di: a) convocare l’assemblea degli iscritti (e non il congresso straordinario come poi avvenuto); b) di determinare la composizione dell’Assemblea degli iscritti; c) di far approvare il regolamento dell’Assemblea degli iscritti dalla Direzione federale di Ascoli Piceno.

2) la nomina di Paolo D’Erasmo come commissario straordinario della sezione “Berlinguer” di Grottammare. La lettera, del 29 novembre scorso, è firmata da Paolo D’Erasmo e Valerio Lucciarini. D’Erasmo, si scrive, poteva «finanche sostituirsi negli adempimenti necessari a convocare e svolgere il congresso della sezione “E. Berlinguer” di Grottammare laddove i Reggenti risultassero inadempienti entro e non oltre il 5 novembre 2006».

Antonio Bruni contesta, in particolare, il Congresso straordinario dei Ds del 4 novembre perché, a suo dire, «D’Erasmo doveva intervenire solo se l’Assemblea degli iscritti non fosse stata convocata entro il 5 novembre, come è invece accaduto, e invece ha indetto il Congresso prima di questa scadenza»

WEB-RADIO.

Cliccando sulle icone a destra è possibile ascoltare le interviste in Mp3.

Tutti i file audio e video di Sambenedettoggi.it sono sulla sezione Media Center, accessibile dalla Prima Pagina.

File 1: Antonio Bruni: «Abbiamo ottemperato alle richieste del partito, non si capisce perché sia stato nominato Paolo D’Erasmo quale commissario. Pessima dimostrazione di arroganza da parte dei vertici provinciali dei Democratici di Sinistra»

File 2: Antonio Bruni: «Sbagliata la presenza di Luciano Agostini al congresso del 4 novembre. Non ha avuto la modestia di parlare con i compagni grottammaresi e di mitigare l’esuberanza di Gionni e Lucciarini, da lui nominato.

File 3: Antonio Bruni: «Mauro Gionni non può dirigere i Ds con la clava. Sta sbagliando ancora: deve fare il segretario di Federazione e sviluppare una dialettica politica. Deve venire nelle sezioni e parlare con i compagni: invece fin’ora ha emesso solo decreti e ingiunzioni»

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.171 volte, 1 oggi)