RIPATRANSONE – Ci si aspettava tanto, alla vigilia, dal Ripatransone. Si erano scomodati appellativi come del tipo rivelazione del campionato, possibile sparring partner e via dicendo. E invece. Rimaniamo alle ultime tre gare: due pareggi ( 1-1 con Monteprandonese e Monticelli) e una sconfitta (2-1 con l’Acquasanta). Amaranto in crisi è dire poco.
Il tecnico Giancarlo Cesari prova a spiegare: «Non riusciamo a spiccare il volo. Stiamo attraversando un momento delicato, non solo sotto il profilo tattico. Siamo sfortunati nelle conclusioni e ne paghiamo le conseguenze».
Questo è stato il motivo della sconfitta con l’Acquasanta?
«Si vince e si perde in diciotto. Le colpe sono di tutti e di nessuno. In questo periodo ci dice male».
Ricorrerete al mercato di riparazione?
«No, rimarremo così. Abbiamo fiducia in questa squadra, sono convinto che supereremo brillantemente la crisi».
Sabato prossimo, al Comunale di Ripatransone, gli amaranto sfideranno il Porto d’Ascoli di mister Grilli. Rosa al completo. Sarà interessante la sfida delle coppie d’attacco Vita-Di Filippo e Clementi-Del Toro.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 266 volte, 1 oggi)