SAN BENEDETTO DEL TRONTO – L’Italia Under 20 di basket di nuovo a San Benedetto del Tronto. Lunedì e martedì i ragazzi di coach Stefano Sacripanti, in tutto diciotto elementi, hanno sudato sul parquet del PalaSpeca.
Gli azzurrini, che si stanno preparando in vista dei Campionati Europei 2007 – a proposito: solo in gennaio sapremo sede e periodo di svolgimento degli stessi – a distanza di quattro mesi sono tornati nelle Marche. Si ricorderà infatti, in luglio, la partecipazione dei ragazzi di Sacripanti al 1° Trofeo Internazionale Città di San Benedetto, propedeutico al Mondiale turco – Datome e compagnia si classificarono al quarto posto, sconfitti dalla Slovenia nella finale per il bronzo. Allora il nostro quotidiano on line ebbe l’onore di scattare la foto ufficiale agli azzurrini, foto che li accompagnò nella (tutto sommato) fortunata esperienza di Smirne.
La “visita” dell’Under 20, preceduta peraltro da quella della Nazionale maggiore, che a sua volta prese parte al Torneo Internazionale dell’Adriatico, rientra nel progetto Casa Italia Basketball, promosso dall’associazione senza fini di lucro “ProMarche Sport”, con il contributo della Regione Marche e di una serie di Comuni, tra cui quello di San Benedetto.
L’Under 20, guidata, come detto, da Sacripanti, e accompagnata da Carlo Recalcati, ha lasciato San Benedetto nel tardo pomeriggio. Soddisfazione per questa iniziativa viene espressa sia dall’assessore allo Sport Eldo Fanini, che conferma l’interesse verso una collaborazione destinata a diventare ancora più proficua, sia da Tonino Valori, presidente della Joints Basket Club di San Benedetto, la cui prima squadra disputa anche quest’anno il campionato di serie C2, e che conta circa 360 iscritti nelle varie categorie.
«Ci fa molto piacere che queste iniziative si svolgano a San Benedetto», dichiara Valori, «perché questo rappresenta uno stimolo al mondo dello sport in generale e al basket in particolare. Negli ultimi anni, del resto, abbiamo avuto una crescita qualitativa dei nostri ragazzi, anche grazie all’ottimo lavoro tecnico svolto. Così siamo arrivati ad avere sei ragazzi di San Benedetto che si alternano nella squadra principale».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.702 volte, 1 oggi)