TERNI – Non c’è pace in casa Ternana. Le Fere, prossimo avversario della Samb di mister Ugolotti, dopo l’ennesima sconfitta, quella maturata tra le mura amiche al cospetto della capolista Ravenna, salutano anche Giuseppe Giusto, il tecnico barese che la settimana scorsa aveva sostituito l’esonerato Favarin.
L’ex Monopoli, prima ancora di essere presentato a stampa e tifosi, sabato mattina aveva lasciato il ritiro di Norcia e fatto ritorno in Puglia; adesso lo stesso Giusto annuncia l’intenzione di abbandonare la guida dei rossoverdi per «situazioni personali». La panchina della formazione umbra resta, al momento, al duo Maurizio Raggi-Massimo D’Urso (rispettivamente collaboratore tecnico e allenatore in seconda), duo che aveva guidato i rossoverdi nel corso della sfida di domenica contro il Ravenna.
La Ternana, ricordiamo, attualmente occupa il quart’ultimo posto in classifica, a braccetto col San Marino, con 9 punti, frutto di frutto di due vittorie, tre pareggi e cinque sconfitte.
In ultimo riportiamo la lettera che Giuseppe Giusto ha inviato alla Ternana Calcio, per spiegare la sua decisione.
In riferimento alla vicenda che mi ha coinvolto la scorsa settimana e per evitare ulteriori illazioni circa la mia decisione di lasciare il ritiro di Norcia, dichiaro che il motivo di abbandonare questa avventura calcistica prima ancora che iniziasse, è legato esclusivamente a situazioni personali e per questo ritengo, per il bene di tutti e del sottoscritto, non esternarne il contenuto.
Al fine di lasciare tranquillità all’ambiente, onde evitare gratuite considerazioni legate alla fantasia di tutti, confermo la volontà di non voler iniziare il rapporto con la Ternana Calcio.
Colgo l’occasione per ringraziare il d.s. Pesce e i sig.ri Simone e Andrea Montemari per la grande opportunità professionale offertami in una importante piazza con un passato glorioso e auguro a tutta la tifoseria soddisfazioni immediate.
Ultimo pensiero ma il più importante va alla squadra e a tutti i collaboratori (nessuno escluso) con cui ho condiviso i due giorni di lavoro, affinché ritrovino la necessaria tranquillità per dimostrare a tutti il proprio valore.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 652 volte, 1 oggi)