CORROPOLI – Per fare facili profitti non avevano esitato a rubare del ferro custodito all’interno di un capannone di Corropoli, situato lungo la provinciale 259. Tre persone sono state arrestate per il reato di furto aggravato: si tratta di Gionni Suffer, 32enne di San Benedetto, Daniele Zuin, 49 anni, e Alfredo di Giorgio, 32 anni, entrambi di Martinsicuro. L’azione è stata perpetrata in pieno giorno: i malviventi, dopo aver sfondato una parete del fabbricato con una mazza ferrata, hanno iniziato a far razzia del materiale che si trovava nel capannone, trasportandolo poi nel furgone Fiat Daily con sono erano giunti sul posto.
Ai carabinieri della stazione di Corropoli, intervenuti in pieno giorno su segnalazione di alcuni passanti, i tre uomini hanno candidamente raccontato di essere stati autorizzati dall’ignaro proprietario, che già in passato aveva subito analoghi furti, a rimuovere tutto il ferro presente nell’opificio.
La perquisizione effettuata all’interno del capannone ha consentito ai militari di ritrovare la mazza ferrata utilizzata per sfondare la parete, mentre la refurtiva, pari a circa 5 mila euro, è stato successivamente restituita al legittimo proprietario.
I tre responsabili del furto sono stati arrestati e trasferiti presso la Casa circondariale di Teramo-Castrogno.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 420 volte, 1 oggi)