Situazione grottesca in tribuna stampa con i giornalisti impossibilitati a svolgere il proprio lavoro. Incredibile. Assente l’addetto stampa e il presidente Malavolta. I posti vengono lasciati liberi ma i giornalisti non hanno una sedia.
TERAMO: Scarabattola, Maury, Radi, Gargiulo, Migliaccio, Cascone, Margarita, Catinali, Myrtaj, Favasuli, Luiso. A disp: Paoloni, Schettino, Chiarotto, D’Alessandro, Niscemi, Amodeo, Turienzo. All. Gabetta.

SAMB: Consigli, Tinazzi, Varriale, Visone, Esposito, Diagouraga, Carlini, Loviso, Morante, Della Rocca, Olivieri. A disp: Chessari, Zammuto, Fanelli, Giorgino, Momentè, Desideri, Fragiello. All. Ugolotti.

Ore 14,35 Inizia la partita. Tremila circa gli spettatori presenti (un migliaio quelli provenienti da San Benedetto). Nella Samb non c’è Landaida, che si accomoda in tribuna. Duo centrale difensivo composto da Esposito e Diagouraga. Moduli speculari per le due formazioni, con l’undici di mister Gabetta che abbandona il 5-3-2 per il 4-4-2.

Lutto al braccio per Teramo e Samb, in memoria dell’attaccante della Primavera del Bari Montani ucciso in settimana.

Prime fasi di studio, con la Samb che tiene di più il pallino del gioco

9′ Ammonito Diagouraga per gioco falloso

11′ Tiro da una trentina di metri di Olivieri. Scarabattola non ha problemi a bloccare la sfera

16′ Samb vicina al vantaggio: Olivieri libera in area di rigore teramana Carlini, il quale però di fa anticipare da Scarabattola, bravo nella circostanza

24′ Punizione di Visone da buona distanza, il portiere locale si rifugia in angolo. E’ il primo corner della partita. Dalla bandierina però nulla di fatto

30′ Ancora Samb: ci prova Morante, leggermente defilato sulla destra, ma il suo diagonale è facile preda di Scarabattola. Partita ora leggermente scesa di tono, con le due formazioni che non riescono a pungere. Il Teramo in ogni caso sembra piuttosto timoroso

Se ne sono andati 34′: si lotta molto, a centrocampo, ma il match ancora non si sblocca, col Teramo che cerca di proporsi e gli ospiti, apparsi sinora più in palla, velocissimi a ripartire in contropiede

39′ Teramo in avanti: Margarita viene steso dal limite dell’area di rigore rossoblu. Batte Radi, ma il tiro si spegne abbondantemente sopra la traversa

In questa fase finale del primo tempo i padroni di casa hanno alzato il proprio baricentro. Samb sulla difensiva

42′ Traversone, dalla destra, di Gargiulo, indecisione di Esposito, esce Consigli, ma i due non si capiscono e per poco il Teramo non ne approfitta

45′ Ancora Radi, su punizione da una ventina di metri, ma la battuta del numero 2 teramano è imprecisa

46′ Catinali imbecca Luiso, nell’area di rigore ospite, sponda per Margarita, il quale cicca incredibilmente la palla

Dopo due minuti di recupero il signor Baratta decreta la fine del primo tempo. Risultato giusto finora: Samb che è piaciuta di più nella prima parte, poi il Teramo, a poco a poco, è venuto fuori, pur palesando un certo timore. Probabile che il momento non felicissimo (leggi 1 punto nelle ultime tre partite) pesi nel morale della formazione di mister Gabetta

“3 marinai i fondo al mare e le istituzioni stanno a guardare Vergogna!!!” E’ lo striscione del Nucleo Samb, esposto pochi attimi prima dell’inizio della partita. Tutto il Comunale applaude.

ORE 15,37 Inizia il secondo tempo. Cambi in casa teraman: escono Myrtaj e Luiso per D’Alessandro e Amodeo. Padroni di casa che ora sono sistemati con una sorta di 4-3-2-1, col solo Amodeo in avanti, sostenuto dal fantasista scuola Juventus D’Alessandro (a destra) e da Margarita (sul lato opposto).

2′ Brutto fallo di Diagouraga su Maury; il francese, già ammonito, ha rischiato il secondo cartellino giallo

Sono passati 8 minuti dall’inizio della ripresa. Teramo più intraprendente rispetto alla prima frazione di gioco. Samb che in ogni caso si difende bene

9′ Ammonito Maury per un fallo su Olivieri. Punizione per la Samb: batte Loviso, ma il suo tiro finisce alto

12′ Olivieri guadagna una punizione dal limite dall’area di rigore abruzzese: il tiro di Varriale però è impreciso. Occasionissima sprecata dall’undici di Ugolotti

13′ Ammonito Visone per gioco falloso

15′ Rimpallo a centrocampo, la palla arriva dalle parti di D’Amodeo, Consigli è bravo ad anticipare l’attaccante biancorosso

16′ Ammonito Carlini, probabilmente per proteste

22′ Samb in vantaggio. Azione tutta di prima: Loviso per Morante, il quale serve Olivieri, dentro l’area di rigore biancorossa; sponda per Carlini che, soo davanti a Scarabattola, non ha problemi a depositare la palla in gol.

24′ Samb ancora in avanti. Secondo angolo della partita, ma non succede nulla. In visibilio i mille sostenitori rossoblu

26′ Prima sostituzione per la Samb: esce Loviso, entra Giorgino

28′ Espulso Catinali per un brutto fallo su Carlini. Match ora molto ruvido

30′ Secondo cambio per la Samb: esce Carlini, entra Fanelli. Non cambia nulla nello scacchiere tattico degli ospiti

33′ Punizione per il Teramo, testa di Cascone, ma il tiro è alto

35′ Sostituzione per i padroni di casa: esce Maury, entra Turienzo

38′ Ammonito Esposito.

39′ Pareggio del Teramo: 1-1 firmato da Margarita, su punizione. Esecuzione molto bella, la palla prima tocca laparte interna della traversa, poi si infila nell’angolino alla destra di Consigli, incolpevole

41′ Ultimo cambio per la Samb: dentro Desideri, esce Della Rocca

Teramo che in queste battute finali ci prova. L’arbitro intanto ha indicato i minuti di recupero: 5. Ci sarà da soffrire

47′ Continua a premere il Teramo; la Samb cera di ripartire veloce in contropiede

Dopo 6 minuti di recupero finisce la partita. Risultato sostanzialmente giusto. Un pizzico di rammarico magari in casa rossoblu per non essere riusciti a “tenere” sino alla fine. E’ comunque un buon punto quello colto oggi dall’undici di mister Ugolotti; infranta l’inbattibilità di Consigli, ma la striscia di risultati utili si allunga a cinque gare.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.642 volte, 1 oggi)