GROTTAMMARE – Quattro punti. E’ il bottino del Grottammare griffato Massimiliano Manni.
L’ex difensore di Lodigiani, Avezzano, Ancona, Ascoli, Samb, Torres e Taranto, accordatosi col sodalizio biancazzurro lo scorso 19 ottobre, ha finora giocato quattro incontri con la squadra della sua città. Esordio amaro a Sant’Egidio, poi i 3 punti contro la Cagliese e, è storia di mercoledì scorso, il pari, ancorchè raggiunto solo a tempo scaduto, sul campo del Centobuchi, nel corso del derby piceno di serie D.
«Questi alti e bassi – argomenta il giocatore – sono la dimostrazione che stiamo ancora cencando un’identità di squadra, identità che, mi sembra, pian piano si stia delineando. Quello però di cui sono sicuro è che cerchiamo sempre di imporre il nostro gioco. A volte ci riesce, a volte no, ma ci proviamo. A Centobuchi è arrivato un pareggio tutto sommato meritato: abbiamo giocato un tempo ciascuno. Resta chiaramente il fatto che dobbiamo ringraziare Pasquini, molto bravo nell’occasione del pari; avendo trovato il goli al 92°, la fortuna ci ha comunque messo lo zampino».
Un Manni, che, seppure non sia al 100% si è subito messo a disposizione di mister Amaolo. «Ci mancherebbe, avevo una grande voglia di giocare e, pur rendendomi conto di non essere al top della condizione, ho detto al mister che poteva contare su di me. Finora è andata meglio di quello che pensavo: mi pare di essermi calato nelle mentalità da serie D, da battaglia, del resto riesco sempre ad adattarmi alle situazioni. E poi qui c’è un ambiente ideale per lavorare: l’entusiamo dei compagni di squadra e la bravura del tecnico, persona molto preparata e che oramai conosce come le sue tasche la categoria».
Domenica al Pirani arriva il Real Montecchio, ad una sola lunghezza dal trio di testa Fano-Santegidiese-Renato Curi.
«La rispettiamo – replica Manni- Si tratta di una formazione molto ambiziosa che sta facendo bene. Ma in questo girone F non mi pare finora si possa individuare la squadra “ammazzacampionato”. Ogni compagine può dire la sua, a dimostrazione di un torneo molto equilibrato. Anche contro il Montecchio quindi scenderemo in campo per prenderci i 3 punti».
BORSINO Siamo alle solite: mister Amaolo anche domenica prossima dovrà fare a meno di diversi effettivi. Fuori, per squalifica, Ionni e Puglia, il tecnico sangiorgese deve ancora rinunciare ai lungodegenti Maffucci e Fanesi.
ARBITRO Sarà Giorgio Peretti a dirigere l’incontro tra Grottammare e Real Montecchio. L’arbitro designato sarà coadiuvato dai guardialinee Federico Abbondanzieri e Carlo Ridolfi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 424 volte, 1 oggi)