Centobuchi-Grottammare 1-1

CENTOBUCHI: Spina, Adiamoli, Capriotti (Alessandrini 46° st), Porcu, Cameli, Corradetti A., Galli Guido, Cipollini, Rosa, Galli Giorgio (Cardinali 55°), Cesari (Nardi 69°), A disposizione: Ameltonis, Rocchi, Cicchi, Corradetti Alex. All: De Amicis.

GROTTAMMARE: Romanico, Iampieri (Pasquini 77°), Manni, Oddi, Pulcini, Traini, Puglia, Ionni, Laino (Marcatili 94°), Del Moro. A disposizione: Di Salvatore, Croci, Gasparroni, Vinciguerra. Allenatore: Amaolo,

Arbitro:Bottegoni di Terni.

Assistenti: Lazzeri di Gubbio e Coronari di C. di Castello.

Marcatori: 76° Rosa (C); 92° Pasquini (G)

Ammoniti: Spina, Capriotti, Ionni.

Espulsioni:Traini.

Angoli:4-3.

Recupero:2°pt, 5°st.

Spettatori: 500 circa.

MONTEPRANDONE – Finisce in parità l’atteso derby tra in Centobuchi e il Grottammare. Succede tutto nell’ultimo quarto d’ora, con i locali che vengono raggiunti in zona recupero, un punto per parte che muove la classifica ma che non accontenta nessuna delle due formazioni.

Ma veniamo alla cronaca. Parte forte il Centobuchi, che con un centrocampo centrale orfano di Iachini e Simoni, ambedue appiedati dal Giudice Sportivo, propone la coppia Cipollini-Porcu. Proprio quest’ultimo al 15° innesca Galli Giudo al limite dell’area che con un destro a giro impegna in calcio d’angolo il portiere ospite.

Sul susseguente corner Adamoli costringe il portiere Domanico all’intervento con i piedi. Passano solo 2 minuti e da un traversone dello scatenato Rosa, il difensore Iampieri colpisce il pallone con la mano in area di rigore impedendo all’accorrente Galli Giudo di intervenire, ma l’arbitro non ravvisa gli estremi per il calcio di rigore.

Il Grottamare cresce a centrocampo e con Manni, al 29°, si fa vedere dalle parti di Spina. La squadra di De Amicis aspetta nella propria metà campo e poi riparte in contropiede con le folate offensive dei due esterni Cesani, buona la sua prova, e Galli Guido.

Al 46° tiro pericoloso di Rosa dal limite dell’area ma anche questa volta il portiere biancazzurro mette in angolo. Il primo tempo si conclude con l’espulsione di mister De Amicis, che su segnalazione del primo assistente lazzeri.

La ripresa inizia con diversi capovolgimenti di azione. La prima emozione al 19°: ci prova Puglia che salta Cipolloni e Corradetti, ma al momento del tiro perde lucidità e calcia a lato. Gli ospiti si fanno vedere dalle parti di Spina con una rimessa lunga con le mani dell’ex Samb Manni, il quale mette in difficoltà la difesa locale che però riesce in affanno a sventare.

Al 31° il vantaggio dei i locali che con un contropiede innescato da Galli Guido, su passaggio di Cardinali, salta tre difensori biancazzurri e con un passaggio filtrante mette in movimento il guizzante Rosa, il quale calcia a giro di destro sul secondo palo e deposita la palla in rete alle spalle di Domanico.

La partita si alza di tono a livello agonistico e l’arbitro è costretto a ricorrere al cartellino per sedare i continui scontri. Da uno di questi al 44° veniva espulso Puglia. In realtà era stato Oddi, a gioco fermo, a colpire Rosa. Il Grottammare a questo punto ha il merito di non perdere la testa e in 10 nel 2° minuto di recupero imbastisce un bel triangolo sulla sinistra tra Traini e Ionni; quest’ultimo mette in mezzo un cross per l’ex Porto d’Ascoli Pasquini che di piatto destro, al volo, in solitudine, deposita il pallone in rete.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 587 volte, 1 oggi)