SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Un pugno di uomini altamente specializzati in immersioni speciali e recuperi in mare con tute subacquee ad altissima tecnologia. Lavorano da anni con la Società “Under Hundred” che ha base a San Vito Lo Capo, in provincia di Trapani. Li ha trovati Nazzareno Torquati, noto imprenditore sambenedettese nel settore ittico che da anni conosce la loro alta professionalità. Inoltre il loro intervento sarebbe molto, ma molto meno costoso di quelli preventivati nei giorni scorsi per pontoni o campane.

Appena consultati, in poche ore hanno già dato la loro piena disponibilità. Praticamente sono già pronti a partire in aereo dall’aeroporto di Trapani-Birgi. In poche ore potrebbero arrivare a Pescara o ad Ancona. A questo punto servirebbe solo un natante di appoggio – ad esempio una idonea motovedetta della Guardia Costiera – che li porti in Adriatico sul punto esatto del naufragio: 43 gradi e 12 primi di latitudine nord, 14 gradi e 15 primi di longitudine est.

Poco fa sono stati informati anche il sindaco Giovanni Gaspari è l’Unità di crisi da egli nominata. Ma ora la decisione finale spetta al comandante della Capitaneria di Porto, Luigi Forner. Proprio oggi, infatti, la Capitaneria di Porto di San Benedetto del Tronto è stata ufficialmente delegata dal procuratore della Repubblica di Fermo, Piero Baschieri, «a procedere al recupero del Rita Evelin con la più ampia libertà di valutazione in merito alla scelta delle ditte private specializzate ed ai metodi del recupero medesimo».

Il tempo stringe, per recuperare intanto, subito, i corpi di Francesco Annibali, Ounis Gasmi e Luigi Luchetti. Secondo il subacqueo Roberto Monticciolo – che dovrebbe guidare la squadra dell’Under Hundred formata da altri tre colleghi e da un tecnico – le condizioni meteo saranno decisive per la riuscita dell’operazione. E viste le previsioni, le perturbazioni previste per il fine settimana potrebbero costringere ad un lungo rinvio, con tutte le immaginabili conseguenze per quei tre poveri corpi finora abbandonati in fondo al mare.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 908 volte, 1 oggi)